Gruppo Ferragamo, crescita a doppia cifra: ricavi +20,3% e Utile netto 85,2%

- di: Barbara Leone
 
Ricavi e utili a doppia cifra per Ferragamo. Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo ha infatti ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022 dalla quale emerge un quadro più che roseo. Al 30 giugno 2022 il Gruppo Salvatore Ferragamo ha realizzato Ricavi Consolidati pari a 630 milioni di euro, in aumento del 20,3% a cambi correnti e del 17,0% a cambi costanti rispetto ai 524 milioni del primo semestre 2021.

Gruppo Ferragamo, crescita a doppia cifra nel primo semestre

L’Utile netto del periodo, inclusivo del risultato di terzi, è invece pari a 62 milioni di euro, in crescita quindi del 85,2% rispetto ai 33 milioni di euro registrati nel primo semestre 2021. Mentre l’Utile netto di pertinenza del Gruppo risulta pari a 62 milioni di euro, rispetto ai 31 milioni di euro del primo semestre 2021.

“Siamo soddisfatti della continua crescita dei ricavi e della redditività raggiunta nel secondo trimestre, nonostante il perdurare dell’impatto della pandemia in Cina" - ha commentato Marco Gobbetti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Salvatore Ferragamo S.p.A. (nella foto) -. Tutte le altre aree geografiche hanno mostrato performance positive. Abbiamo compiuto eccellenti progressi sulle nostre priorità strategiche e nella seconda parte dell’anno, come pianificato, accelereremo i nostri investimenti volti a rafforzare i mezzi e le aree geografiche a sostegno dei nostri piani di crescita, rimanendo comunque consapevoli riguardo al volatile e complesso contesto macroeconomico".

"La nostra partnership con Farfetch, recentemente annunciata" - ha aggiunto -, "ci offre la possibilità di far leva su capacità tecniche e raggiungere un pubblico target per alimentare la nostra ambizione di crescita nel digitale”. Entrando nel dettaglio dei numeri si evince che il canale distributivo Retail ha registrato, al 30 giugno 2022, Vendite nette in aumento del 16,5% (+9,4% a tassi di cambio costanti2) rispetto allo stesso periodo del 2021. Il canale Wholesale ha riportato Vendite nette in aumento del 40,9% (+36,2% a tassi di cambio costanti) rispetto allo stesso periodo del 2021.

L’area Asia Pacifico ha registrato Vendite nette in calo del 1,5% (-7,8% a tassi di cambio costanti), rispetto al primo semestre 2021. Un rallentamento che è principalmente dovuto agli effetti derivanti dalla recrudescenza della pandemia Covid-19, in particolare in Cina. Il mercato giapponese nel primo semestre 2022 ha riportato invece un aumento delle Vendite nette del 28,0% (+32,4% a tassi di cambio costanti). Crescita anche nell’area Emea, che ha registrato un aumento delle Vendite nette del 45,8% (+45,7% a tassi di cambio costanti) rispetto al primo semestre dell’anno precedente. L’area del Nord America ha registrato, nel corso del primo semestre 2022, un aumento delle Vendite nette pari al 41,6% (+29,7% a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2021. L’area del Centro e Sud America ha registrato nel primo semestre 2022 un aumento delle Vendite nette del 44,2% (+31,2% a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo del 2021. Tutte le principali categorie di prodotto hanno registrato un significativo incremento del fatturato rispetto al primo semestre 2021, con le calzature e la pelletteria che rappresentano l’87% delle vendite nette totali del semestre. Passando ai dati del Margine Lordo vediamo che nel primo semestre 2022 esso è stato pari a 453 milioni di euro, in aumento del 25,4% rispetto allo stesso periodo del 2021.

L’incidenza sul fatturato è aumentata di 290 punti base, passando dal 68,9% al 71,8%, principalmente grazie ad un miglioramento del rapporto full/off price. I Costi Operativi, sono invece in aumento del 21,1% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2021 (+16,0% a cambi costanti). Il Risultato Operativo Lordo (EBITDA) è passato pertanto da 144 milioni di euro del primo semestre 2021, a 180 milioni di euro, con un’incidenza percentuale sui Ricavi del 28,5% rispetto al 27,5% del primo semestre 2021. Mentre il Risultato Operativo (EBIT) è stato positivo per 95 milioni di euro, in crescita del 44,7% rispetto ai 66 milioni di euro registrati nel primo semestre 2021. E ancora, il Risultato prima delle imposte è stato positivo per 88 milioni di euro, rispetto ai 56 milioni di euro del primo semestre 2021. Il capitale circolante netto al 30 giugno 2022 è sceso del 16,3%, passando dai 298 milioni di euro al 30 giugno 2021, a 250 milioni di euro. In particolare, le giacenze di Magazzino sono scese del 4,4%. Gli Investimenti ammontano a 18 milioni di euro, rispetto ai 13 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente, a seguito principalmente del rinnovamento del network distributivo e di investimenti nel canale digitale. Per quanto riguarda la Posizione Finanziaria Netta Adjusted risulta positiva per 309 milioni di euro (rispetto a 205 milioni di euro al 30 giugno 2021). Mentre includendo l’effetto del principio contabile IFRS 16 la Posizione Finanziaria Netta del Gruppo è negativa per 290 milioni di euro.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli