Starace (Enel): "La transizione ecologica è un processo inevitabile"

- di: Daniele Minuti
 
La pandemia da Covid-19 ha portato a una forte accelerazione dei discorsi relativi alla transizione energetica ed ecologica, con le difficoltà dovute all'emergenza sanitaria che hanno reso sempre più evidente l'importanza del passaggio verso un futuro più sostenibile in qualsiasi ambito, da quello economico fino a quello sociale.

E di questo ha parlato Francesco Starace, amministratore delegato di Enel, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera: "La transizione ecologica non è di certo un pranzo di gala ma non bisogna compiere l'errore opposto e pensare che sia un funerale o una tragedia: quel che credo è che servirà il coraggio e la coscienza per capire che si tratta di un processo inevitabile ma da affrontare con tranquillità. La decarbonizzazione? Non è importante tanto capirne costi e opportunità, ma capire come questo passaggio avverrà, se in maniera turbolenta oppure ordinata: se riusciremo a farlo in modo adeguato, potrà creare vantaggi per tutti, si tratta di un percorso irrimandabile, mettere la testa sotto la sabbia o cercare di fermarlo è inutile ormai".

Ma la preoccupazione maggiore è quella relativa ai posti di lavoro. L'ad di Enel risponde con la sua esperienza: "Negli ultimi 7 anni abbiamo chiuso 23 centrali elettriche ma senza licenziare nessuno, investendo invece su energie rinnovabili, reti, sulla mobilità elettrica e promuovendo l'elettrificazione dei consumi per tutti i nostri clienti: la situazione dell'Italia è molto migliore rispetto a quanto si pensi, visto che non c'è un'industria estrattiva per cui chiudere i battenti, non ci sono miniere di carbone come in Polonia oppure centrali a lignite da chiudere come accade in Germania. Già da qualche anno abbiamo dato il via a una campagna sulle rinnovabili con ottimi risultati, a questo si deve aggiungere un già efficiente tessuto industriale che vanta una minore intensità energetica per unità di Prodotto Interno Lordo rispetto al resto dell'Europa. Infine, disponiamo anche di uno dei sistemi di economia circolare più sviluppati del continente".

Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie