Wall Street prevede un utile record per Tesla

- di: Brian Green
 
Wall Street scommette su Tesla. O, meglio, dà per sicuro un exploit sorprendente della casa automobilistica nel trimestre. La maggior parte deli analisti concorda, infatti, su un profitto trimestrale record, capace di annullare gli effetti negativi che stanno investendo l'industria automobilistica mondiale a causa della carenza di microprocessori.
Il produttore di auto elettriche della Silicon Valley nel secondo trimestre del 2028 ha prodotto più di 206.000, cioè ha più che raddoppiato la sua produzione rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, quando l'aumento degli effetti legati alla pandemia di Covid-19 hanno limitato la produzione e gli acquisti dei consumatori.

Le vendite globali di autoveicoli hanno registrato un lieve calo nel corso del 2021 a causa della carenza di semiconduttori. Una cosa che ha costretto molte case automobilistiche, tra cui i giganti americani Ford e General a lasciare inattivi gli impianti di assemblaggio a causa dei vincoli di fornitura. Circostanza che ha ridotto le scorte di veicoli e ha spinto in alto i prezzi aumentando i prezzi. Per quanto riguarda Tesla, invece, Wall Street prevede che la crescita della consegna dei veicoli di Tesla contribuirà a portare le entrate del secondo trimestre a circa 11,4 miliardi di dollari, ben al di sopra dei risultati del primo trimestre e in aumento rispetto ai 6 miliardi dell'anno precedente.

Si prevede in particolare che l'utile netto, quando la società pubblicherà i risultati dopo la chiusura di questa sera, raggiungerà circa 600 milioni di dollari, quasi sei volte quello dell'anno precedente. "La nostra sfida più grande è la catena di approvvigionamento, in particolare i chip di microcontrollori. Non ho mai visto niente di simile", aveva dichiarato in giugno l'amministratore delegato di Tesla, Elon Musk.
Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie