Germania: l'inflazione tocca il livello più alto dal 1951

- di: Redazione
 
L'inflazione in Germania è aumentata più del previsto a settembre. I prezzi al consumo sono cresciuti del 10 per cento rispetto all'anno precedente, secondo i dati ufficiali resi noti dall'Ufficio federale di statistica, sulla base di una stima preliminare. Comunque, questo è il livello più alto dal dicembre 1951, quando l'inflazione annua - con dati ampiamente comparabili - era del 10,5 per cento.

L'inflazione in Germania impenna ai livelli più alti dal dopoguerra

Ad agosto l'inflazione era ancora del 7,9 per cento. La maggior parte degli economisti pensavano che l'inflazione nel mese di settembre si sarebbe attestata intorno al 9,4 per cento. Secondo gli analisti, l'incremento nell'ampiezza del fenomeno inflattivo è dovuto anche alla fine dello sconto serbatoio (quello che ha consentito agli automobilisti di risparmiare alla pompa) e la sospensione del biglietto da nove euro (che dava la possibilità di utilizzare la maggior parte dei mezzi pubblici, treni per pendolari compresi, appunto a nove euro al mese).

Le due misure, decise dalla coalizione governativa, nonostante abbiano avuto effetti nel contenimento dell'inflazione, sono scadute alla fine di agosto. Alcuni economisti, ricordando che l'inflazione sta toccando i livelli di oltre sessanta anni fa (quindi con condizione generali nettamente diverse), rilevano come i prezzi stiano aumentando sempre più velocemente, al di là di quelli per l'energia.

I cui contraccolpi stanno fortemente condizionando molte aziende. Qualcuno si spinge a dire che "la nostra struttura economica e la nostra prosperità sono sempre più a rischio.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli