Le PMI puntano su innovazione e sostenibilità: Banca Ifis è il loro partner ideale

- di: Redazione
 
Un business model unico alla base di una forte crescita sia nei numeri che dal punto di vista qualitativo, l’innovazione come vocazione da sempre, la capacità di essere flessibili dimostrata in 40 anni di attività, le soluzioni più avanzate per le PMI, la Sostenibilità a 360 gradi come scelta strategica e la sua penetrazione nella cultura d’organizzazione. A colloquio con Marco Agosto, Chief Marketing & Business Strategy Officer di Banca Ifis, in occasione dell’evento “PMI Award 2022 – Le Strade dell’Eccellenza” di Italia Informa.

Intervista a Marco Agosto, Chief Marketing & Business Strategy Officer di Banca Ifis

Banca Ifis ha avuto un percorso di crescita molto forte e continua ad averlo, come dimostrano i dati relativi al 2021 e al primo trimestre 2022. Quali sono le scelte strategiche alla base di questo successo? In altre parole, cosa caratterizza il business model di Banca Ifis?
Banca Ifis è nata 40 anni fa come una banca specializzata in prodotti finanziari dedicati alle PMI. Una specializzazione coltivata non solo nel factoring, con cui è partita, ma anche in altri prodotti che sono verticali e dedicati alle PMI. Gli altri elementi che la caratterizzano sono la velocità (essendo una banca studiata per dare risposte rapide ed efficaci alle PMI), e soprattutto la continua innovazione ed evoluzione. Questa innovazione si riverbera in tutta la nostra cultura, in tutta la struttura organizzativa ed è anche molto evidente nelle scelte che facciamo e nei nostri piani strategici per il futuro.

Parlando delle PMI, quali sono le strategie con le quali stanno guardando al futuro e le caratteristiche dell PMI ‘vincenti’?
Parto dalla seconda domanda. Sicuramente tra le caratteristiche fondamentali di una PMI di successo ce ne sono tre. L’innovazione: che sia digitale, che sia di prodotto e/o di processo, è un concetto che contraddistingue - lo vediamo dalle nostre ricerche - la PMI che ha la capacità di affermarsi nel futuro. La flessibilità, che non è soltanto di prodotto o di servizio, ma è anche una flessibilità rispetto all’ambiente che la circonda: tutte le PMI che sono riuscite a crescere, ad affermarsi, sono contraddistinte da questa capacità di adeguarsi all’ambiente in cui operano, al contesto competitivo. L’ultimo fattore fondamentale, insieme all’innovazione e alla flessibilità, è la focalizzazione degli investimenti, frutto della cultura manageriale e organizzativa: un punto chiave, quest’ultimo, perché caratterizza la crescita, focalizza l’azienda su quello che è il prodotto e la mission interna e soprattutto la porta verso quella cultura organizzativa che è poi la cultura del servizio, del prodotto che offre.

Su cosa si stanno concentrando gli investimenti in innovazione digitale delle PMI?
Nelle nostre ricerche stiamo guardando molto a come le aziende si stanno orientando sul fronte dell’innovazione e a come rivisitano i loro sistemi e il loro stesso essere. In passato le PMI hanno realizzato degli investimenti, molte dichiarano di averne già compiuti di importanti sul fronte della digitalizzazione. Ma il punto chiave è che quasi 7 su 10 dichiarano che nei prossimi 2 anni una componente principale di innovazione sarà per loro orientata al digitale e, in particolare, alla configurazione dell’evoluzione digitale, cioè ai fattori di digitalizzazione 4.0 come la Cyber security, il controllo digitale della filiera e così via. Sono queste le scelte che le PMI dichiarano di voler intraprendere. Ma c’è un secondo tema di grande interesse, ossia la scelta di puntare sulla sostenibilità, un tema che è stato interiorizzato dalle imprese, ma forse non ancora messo in atto adeguatamente. Grazie al PNRR e all’attenzione che c’è su questo argomento il tema sostenibilità sta entrando, molto più che nel passato, nell’agenda delle PMI, tanto che lo considerano come l’altro filone principale di evoluzione. Sostenibilità intesa non soltanto come ricerca di fonti rinnovabili per l’energia, ma anche come rivisitazione dei prodotti per renderli più sostenibili, investimenti sui materiali, investimenti produttivi, investimenti per evitare gli sprechi. Le PMI insomma, hanno un approccio sempre più purpose driven, sono guidate da uno scopo. E Banca Ifis, con le sue soluzioni, è il partner ideale per supportarle nelle loro scelte.

Cos’è la sostenibilità per Banca Ifis?
Per noi la sostenibilità è un concetto fondamentale, ben esplicitato nel nostro piano strategico 2022-2024. E’ entrata a pieno titolo nel nostro operare quotidiano come uno dei principali ambiti sui cui vogliamo puntare per il prossimo futuro per evolvere noi come azienda e conseguentemente far evolvere il nostro modo di essere sul mercato. Siamo stati la prima Challenger Bank italiana ad aderire alla Net-Zero Banking Alliance, l’iniziativa promossa dalle Nazioni Unite che ha l’obiettivo di accelerare la transizione sostenibile delle settore bancario internazionale puntando a zero emissioni nette entro il 2050 . Abbiamo infine lanciato quest’anno Kaleidos, il Social Impact Lab della Banca che ha l’obiettivo di promuovere iniziative a elevato impatto sociale, con particolare attenzione alle comunità inclusive, alla cultura e al benessere.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli