C.O.I.M. apre un nuovo laboratorio di ricerca a livello globale per prodotti a base acqua

- di: Barbara Bizzarri
 
C.O.I.M. S.p.A., multinazionale italiana che produce specialità chimiche dal 1962 e operante in tutto il mondo attraverso diciannove società produttive e commerciali, ha recentemente inaugurato, presso lo stabilimento di Offanengo (CR), il laboratorio di ricerca di riferimento a livello globale per i prodotti a base di acqua delle gamme Filco e Hydrolar. “Il nuovo laboratorio, dotato di strumentazione all’avanguardia secondo i più elevati standard a livello internazionale, beneficerà delle sinergie tra le due linee di prodotto, che hanno una comune matrice tecnologica. Si concentrerà sulla ricerca e sviluppo per la misurazione granulometrica delle dispersioni acquose e, per le ulteriori misurazioni chimiche, tecniche e meccaniche, collaborerà con il laboratorio centrale di COIM, un’eccellenza nella chimica italiana - spiega l’ingegnere Mariaenrica Cesano, Technical manager Filco e Hydrolar e Business Manager Filco - Il nuovo laboratorio di Offanengo sarà il riferimento globale per le società del Gruppo COIM per i prodotti a base d’acqua. Stiamo già lavorando a una decina di progetti di ricerca che sfoceranno in altrettante innovazioni in questo ambito. Anche per i prossimi anni terremo questo ritmo, con il fine di offrire sempre un grado di innovazione molto elevato per il nostro portafoglio prodotti a base acqua. Le dispersioni acquose sono formulazioni chimiche altamente versatili. Modificando la composizione dei polimeri all’acqua è possibile conferire loro una gamma di caratteristiche estremamente ampia e adatta a utilizzi diversificati, quali durezza, morbidezza, resistenza meccanica, resistenza all’abrasione, resistenza all’idrolisi, compatibilità, lucidità e opacità”.

Grazie a questo ulteriore investimento, COIM incrementerà il proprio livello di competitività nell’ambito delle dispersioni acquose, che servono importanti settori di sbocco a livello globale. Le soluzioni polimeriche a base acqua vengono prodotte da COIM da diversi anni, in una progressiva sostituzione dei prodotti a base solvente. Filco si rivolge ai produttori di fibre di rinforzo per la costruzione, tra l’altro, di imbarcazioni, componenti per auto, pale eoliche, tubazioni e serbatoi. Le soluzioni Hydrolar, invece, sono adatte alla formulazione di prodotti per il trattamento del cuoio e dei tessuti impiegati in ambito automotive e fashion. Grazie alle soluzioni Hydrolar, infatti, che consentono di conferire ai manufatti protezione da graffi e macchie e caratteristiche estetiche di “mano”, è possibile sia soddisfare trend molto attuali, quali quello dell’estrema opacità dei sedili per auto o della finitura glossy delle borse, che lanciarne di nuovi. “L’investimento nel potenziamento delle attività di ricerca e sviluppo nel campo delle dispersioni acquose ci consentirà, da un lato, di rispondere in maniera ancora più capillare alle richieste del mercato di prodotti più sostenibili, senza co-solventi e realizzati con materie prime più amiche dell’ambiente. Dall’altro, potenzierà l’offerta tailor-made dell’azienda, con soluzioni sempre più su misura delle esigenze del singolo cliente”, conferma Giuseppe Librandi, Presidente e CEO di COIM
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli