BorsadelCredito.it: nuova cartolarizzazione da 220 milioni di euro a sostegno delle PMI

- di: Daniele Minuti
 
BorsadelCredito.it ha ufficialmente concluso una nuova cartolarizzazione del valore di 220 milioni di euro in collaborazione con Banca Ifis, Intesa Sanpaolo e Gruppo Azimut: si tratta della seconda operazione in meno di un mese per la fintech che supporta l'accesso al credito delle Piccole e Medie Imprese italiane, per un totale di 420 milioni di euro raccolti nell'ambito del progetto "Slancio Italia".

Partito all'inizio dell'emergenza sanitaria, questa iniziativa viene finanziata da fondi di credito gestiti da Borsa del Credito e sottoscritti da Azimut in modo da veicolare risposte rapide e in modalità digitale alle PMI nel nostro paese, con la creazione della società Azimut Capital Tech.

"Banca Ifis e Intesa Sanpaolo hanno agito" - spiega il comunicato ufficiale - "nel ruolo di arranger e sottoscrittori senior delle note della cartolarizzazione mentre Azimut ha avuto il ruolo fondamentale di sottoscrittore della parte junior tramite i suoi fondi di private debt". Il tutto con la partecipazione di Cardo AI, società che supporta gli investimenti di operatori istituzionali tramite l'utilizzo di algoritmi di intelligenza artificiale.

I finanziamenti, con durata massima di 6 anni compreso un anno di ammortamento, avranno importo da 50.000 a 2 milioni di euro più una garanzia fino al 90% del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI: le aziende che chiederanno il prestito saranno valutate nel giro di 24 ore con un approccio data-driven, seguito da una verifica compiuta da analisti e una delibera online.

A commentare l'operazione è stato il Ceo di BorsadelCredito.it, Ivan Pellegrini (nella foto): "Siamo felici di avere al nostro fianco partner come Banca Ifis, Intesa Sanpaolo e Azimut, con cui abbiamo creato un'alleanza solida e strutturale. Per noi si tratta di un'evoluzione, non siamo più solo erogatori di prestiti all’economia reale, ma anche abilitatori tecnologici per la finanza tradizionale. Con questo percorso abbiamo raccolto oltre 500 milioni di euro in 9 mesi, di cui 420 milioni soltanto nell’ultimo mese. Riteniamo che la strada della collaborazione sia la via maestra per innovare realmente il mondo della finanza e renderlo più efficiente e più funzionale alle esigenze dell’economia reale. Specie in un periodo delicato come questo, in cui secondo i più recenti dati Istat, nel 2020 si è registrata una flessione del fatturato delle imprese dei servizi del 12,1%, la più ampia dal 2001. In questo quadro, sempre più imprese si rivolgono al Fintech per la sua rapidità, flessibilità semplicità e sicurezza: l’anno scorso il Fintech italiano ha erogato nuovo credito alle PMI per 1,65 miliardi di euro (dati ItaliaFintech), con un incremento del 450% rispetto al 2019".

Il comunicato ufficiale è consultabile qui.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli