Elezioni 2022 - Chi ha detto cosa (3 agosto)

- di: Diego Minuti
 
Enrico Letta

Calenda saprà fare da magnete per i voti di centrodestra. Così come noi, con la nostra lista, assieme a Roberto Speranza, avremo un grande successo nell’elettorato di sinistra e di centrosinistra. Ripeto: il traguardo politico è importante, i nodi caratteriali vengono dopo.

Angelo Bonelli

È una proposta irricevibile, noi siamo un progetto politico che si sta fortemente radicando e riteniamo di avere più voti dello stesso Calenda. Basta guardare i risultati delle ultime Amministrative: noi abbiamo preso 70 consiglieri comunali con una media del 3%, Calenda è andato abbondantemente sotto.

Emma Bonino

Molto contenta e soddisfatta dell'accordo raggiunto tra + Europa, Azione e Pd perché punta su un programma riformista, improntato ad agenda Draghi, che ha obiettivo di costruire una proposta di governo per il bene dell'Italia. Alternativa a sovranisti e populisti.

Silvio Berlusconi

L'Italia non sarà più la stessa se il 25 settembre vinceremo noi e non vincerà la sinistra. La nostra Italia sarà un'Italia che crede nel suo futuro: avrà tasse più basse, meno vincoli burocratici, una giustizia imparziale che tutelerà i cittadini. Sarà un'Italia che si prenderà cura dei più deboli e che darà un futuro certo ai giovani.

Matteo Renzi

Era un'occasione straordinaria per fare un terzo polo a doppia cifra, avrebbe penalizzato la destra, gli amici di Azione hanno deciso diversamente. Noi non possiamo stare nella stessa coalizione con chi per 55 volte ha votato contro Draghi.

Antonio Tajani

La quadra già l’abbiamo trovata, il problema è a sinistra, non da noi. Fatto un accordo rischia di saltarne un altro, litigano dalla mattina alla sera e ognuno rinnega le sue idee.

Licia Ronzulli

Carichi! Stiamo definendo un programma elettorale solido e siamo pronti per affrontare questa campagna elettorale che porterà il centrodestra al governo del Paese.

Nicola Fratoianni

Consideriamo questo accordo legittimo, perché bilaterale, ma non lo riteniamo minimamente vincolante per la nostra proposta politica.

Enrico Letta

L'Italia conta molto di più dei singoli partiti, dopo l'esperienza del governo Draghi non può passare al governo delle destre. Una proposta vincente, convincente, rispettosa degli alleati e alternativa alle destre è la scelta giusta per far prevalere lo spirito di coalizione.

Matteo Renzi

Siamo noi il voto utile, se gli italiani vorranno mandare in Parlamento persone competenti.

Silvio Berlusconi

Troppo spesso l'Italia è stata una madre distratta verso quei suoi figli lontani, che sono orgogliosi di essere e sentirsi italiani. Verso di loro abbiamo un debito morale che il nostro governo saprà onorare. Anche per questo torneremo ad istituire, come esisteva nei miei governi, il Ministero per gli Italiani nel mondo.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli