ACEA: "In Europa vendite delle auto in crescita del 62,7% a marzo"

- di: Daniele Minuti
 
Il mercato dell'automobile cerca di rialzare la testa dopo un 2020 ai limiti del disastroso e nelle analisi di mercato fatte in queste settimane cominciano a vedersi numeri incoraggianti che però sono "dopati" soprattutto dal confronto su base annua, con l'emergenza sanitaria causata dalla pandemia che scoppiava proprio nel marzo scorso.

Secondo il report rilasciato dall'Acea, l'associazione dei costruttori europei del settore automotive, nel mese di marzo 2021 sono state vendute 1.387.924 automobili nei paesi dell'Unione Europea, in quelli Efta e nel Regno Unito, numero che quindi segna una crescita del 62,7% rispetto al dato dello stesso mese nello scorso anno (cioè il primo colpito totalmente dall'onda pandemica).

L'enormità del dato positivo però, come detto, va per forza di cose analizzato sulla base delle circostanze eccezionali, come spigato da Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor: "Per avere un'idea più precisa dell'andamento del mercato europeo delle automobili serve confrontare i dati del marzo 2021 con quelli dell'ultimo marzo precedente alla pandemia, cioè quello del 2019. Se si fa questa comparazione, si noterà subito un calo del 21,6% che mostra la situazione del mercato molto, molto complicata per tutta quanta l'Europa Occidentale sia per le chiusure delle concessionarie registrate in diversi paesi, sia per l'effetto pesantissimo della pandemia sulla situazione economica. La crescita delle immatricolazioni delle vetture elettriche e ibride che è stata registrata un po' ovunque, non è comunque abbastanza ampia da compensare l'impatto dell'emergenza sanitaria".

Secondo i dati raccolti dall'Acea, le immatricolazioni del primo trimestre 2021 sono 3.080.751 (crescita dello 0,9% rispetto al primo trimestre del 2020 e calo del 25,6% rispetto allo stesso periodo del 2019): buona la performance per il gruppo Stellantis, che ha venduto 292.149 auto, aumento del 140,9% rispetto al marzo 2020 con una quota di mercato pari al 21% rispetto al 14,2% dell'anno precedente.

Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie