Informazioni insufficienti ai clienti: Airbnb condannata in Francia

- di: Jean Aroche
 
Airbnb è stata condannata, in Francia, al pagamento di una multa da 300 mila euro per non aver informato a sufficienza i suoi clienti. La sanzione, giunta dopo i controlli eseguiti dalla Direzione generale per la concorrenza, è stata motivata a seguito della rilevazione di diverse violazioni delle informazioni che la società era tenuta a comunicare ai propri clienti, in particolare per quanto riguarda il diritto di recesso.

La sanzione amministrativa, in particolare, deriva da "controlli sul sito web della piattaforma Airbnb", dai quali è emersa l'evidenza che la società (che ha sede legale in Irlanda) non ha rispettato "le norme previste dal codice del consumo applicabile agli operatori di piattaforme digitali".
Gli inquirenti hanno individuato diverse carenze nelle informazioni che la società è tenuta a comunicare ai propri clienti, che riguardano il fatto che "il fornitore" sia un professionista o una persona fisica, ma anche sul diritto di recesso e "le disposizioni del Codice Civile Codice in materia di diritto delle obbligazioni e responsabilità civile".

"Abbiamo già implementato misure, accolte con favore dalla Commissione europea, per aiutare gli ospiti a identificarsi come individui o professionisti'', ha reagito Airbnb in una nota, aggiungendo di continuare a lavorare ''per rendere ancora più chiaro lo stato dell'host sulla piattaforma".
Questa da 300 mila euro non è la prima che colpisce Airbnb in Francia: in luglio il Comune di Parigi ha ottenuto la sua condanna per aver mantenuto, dal 2017, annunci senza il numero di registrazione obbligatorio.

Il tribunale di Parigi ha condannato la società al pagamento di una sanzione civile di 8.000 euro per ciascun annuncio per alloggio turistico ritenuto non in linea con le norme. Il Comune ne aveva individuati 1.010, quindi la cifra complessiva superava gli 8 milioni di euro. Nel processo, Airbnb ha annunciato che avrebbe mandato il numero di registrazione per tutti gli affittuari di Parigi dopo l'applicazione, a partire dal primo aprile, per i nuovi annunci.
La Francia, e più in particolare la sua capitale, è un mercato cruciale per l'azienda.
Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie