Bonus edilizi, Ectm Ingegneria-Oic: partnership per tutelare privati e imprese

- di: Barbara Leone
 
Gli italiani hanno trovato non poche difficoltà nel reperire informazioni chiare e complete sui bonus edilizi. Secondo una ricerca condotta da Ectm Ingegneria, società di ingegneria, appalti, sanificazioni e manutenzioni 4.0, circa il 60% delle persone non sono riuscite ad ottenere le giuste direttive per usufruire delle agevolazioni statali sulle ristrutturazioni. A questo si aggiunge il timore piuttosto comune, denunciato dal 45% degli intervistati, di poter ricevere eventuali truffe. In questo scenario complicato, però, gli italiani continuano a ritenere utili i bonus al fine di migliorare il comfort abitativo e incrementare l’efficienza energetica degli immobili (90%) con un conseguente, e concreto, risparmio per le tasche dei beneficiari (89%).Ecco perchè Oic, l’Osservatorio imprese e consumatori, ed Ectm Ingegneria hanno firmato un protocollo d’intesa volto a creare una cultura virtuosa intorno al tema dei bonus edilizi. In base al protocollo, infatti, Ectm Ingegneria potrà potenziare le proprie strategie a tutela del cliente, garantendo alla sua committenza il rispetto dei diritti del consumatore.

Collaborazione fra Ectm Ingegneria e Oic per tutelare imprese e privati

Mentre Oic fornirà al suo partner strumenti e percorsi formativi volti a salvaguardare gli interessi e i diritti dei consumatori attivo da anni nel settore della progettazione, della realizzazione e della manutenzione di edifici e impianti. Obiettivo primario della partnership consisterà inoltre nello studio approfondito del Superbonus 110%, incentivo molto vantaggioso, finalizzato alla realizzazione di impianti più sicuri ed efficienti, ma ricco di insidie burocratiche per i non addetti ai lavori. Oic ed Ectm avvieranno pertanto numerose iniziative sul tema: attività capaci di stimolare la diffusione di best practices e intercettare condotte scorrette e dannose per consumatori e imprese.

"La partnership con Ectm" ha dichiarato il Presidente Operativo Oic, Gianluca Di Ascenzo (nella foto) – "offre l’opportunità ad Oic di fare chiarezza su un tema così importante per le imprese ed i consumatori ma che presenta ancora tante incertezze. Siamo certi che questa collaborazione aiuterà gli utenti e i professionisti a chiarire gli eventuali dubbi sugli aspetti tecnici, sui requisiti, le modalità di utilizzo e le criticità della misura". Oic ed Ectm si impegnano quindi a realizzare un vademecum in materia di rischio truffe sul Superbonus 110%, al fine di fornire risposte certe e chiare al consumatore: gli utenti potranno così godere di una guida realizzata su misura, studiata per rispondere alle tante domande, tecniche e non, che ogni consumatore si pone quando cerca di capire come sfruttare correttamente il bonus.

"Orgogliosi di essere la prima società d’ingegneria in Italia a siglare un accordo quadro con un osservatorio a forte vocazione consumerista preposto alla tutela dei clienti" - ha commentato il Ceo di Ectm, Domenico Ricciotti - "Noi di Ectm riteniamo la firma del protocollo d’intesa con Oic un passo fondamentale verso una maggiore salvaguardia del consumatore, troppo spesso relegato a un ruolo di parte debole nel complesso rapporto con il mondo imprenditoriale, specialmente in ambito edilizio. L’attività di sorveglianza da parte di un organo come l’Osservatorio imprese e consumatori, unitamente al rapporto di costante confronto che intratterremo - ha aggiunto in conclusione - consentirà alla nostra realtà di mettersi alla prova quotidianamente nello sviluppo di strategie volte all’incremento della qualità e della fiducia nella relazione con i nostri clienti".

Intenzionata a convertire in chiave digitale il settore dell’edilizia, considerato uno dei campi meno dal punto di vista informatico, Ectm Ingegneria coglierà questa preziosa occasione di collaborazione con Oic per dar vita a un percorso di digitalizzazione inclusivo e sostenibile, centrato sui diritti di imprese e consumatori e su un’importante mission condivisa di educazione digitale.

"Come Oic" ha precisato la Vice Presidente Raffaella Grisafi"ci piace cogliere le nuove sfide del mercato e condividere con le imprese la logica del consumatore, provando ad anticipare la complessità di nuovi servizi e prodotti, attraverso attività di informazione e prevenzione. Grazie ad Ectm Ingegneria proveremo a trasformare la tecnologia in un Hub di protezione per far sperimentare ambienti digitali informati e trasparenti".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli