Borse: le tensioni in Medio Oriente appesantiscono i mercati asiatici

- di: Redazione
 
I mercati asiatici hanno risentito in modo evidente delle notizie arrivate dal Medio Oriente, in merito alle esplosioni registrate in Iran. L'indice ponderato di Taiwan ha avuto la peggiore performance, perdendo il 3,44%.
Il Nikkei 225 del Giappone è sceso del 2,47%, pareggiando le perdite precedenti, mentre l’ampio indice Topix è sceso dell′1,8%.

Borse: le tensioni in Medio Oriente appesantiscono i mercati asiatici

Il principale indice della Corea del Sud, il Kospi, ha chiuso in ribasso dell'1,76% dopo i forti guadagni di ieri, mentre il Kosdaq a bassa capitalizzazione è scivolato dell′1,59%. In Australia, l’ indice S&P/ASX 200 è sceso dell′1,14%. L’indice Hang Seng di Hong Kong ha perso l′1,23%, mentre il CSI 300 della Cina continentale è scivolato dello 0,88%.

A Wall Street, tutti e tre i principali indici hanno chiuso contrastati, con l'S&P 500 che ha perso lo 0,22% (si tratta della quinta consecutiva chiusura in terreno negativo, la serie più lunga da ottobre). Il Nasdaq Composite
è sceso dello 0,52%. La media industriale del Dow Jones
ha aggiunto lo 0,06%, chiudendo appena al di sopra della linea piatta per il 2024.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli