Capitol Hill: ragazza ruba pc di Nancy Pelosi e cerca di venderlo ai servizi segreti russi

- di: Brian Green
 
L'America, si dice, è ancora la terra delle opportunità. Ed evidentemente Riley June Williams, una ragazza di ventidue anni, originaria della Pennsylvania, crede fino in fondo a questa massima secondo cui l'America ti dà sempre una possibilità e tu devi essere bravo a coglierla. Lei, che era tra le migliaia di persone che ha dato l'assalto al Campidoglio, quella opportunità l'ha presa al volo quando, accortasi di trovarsi nell'ufficio personale della presidente della Camera, l'odiata - agli occhi dei supporter di Trump - Nancy Pelosi, si è impossessata di un computer (o di un disco rigido, ancora non è stato chiarito) dell'esponente democratica.

E sin qui, si tratterebbe solo di un furto, sebbene in una particolare condizione, quale l'invasione di migliaia di scalmanati in un edificio pubblico, seriamente danneggiato. La cosa che rende la vicenda molto grave è che la ragazza è fortemente sospettata di avere tentato di mettersi in contatto con i servizi segreti russi per trattare con loro la vendita di uno strumento di lavoro che, vista la carica di Nancy Pelosi ed il peso che la parlamentare ha nella politica americana, potrebbe anche contenere documenti riservati.
Sulla donna, di cui si sono perse le tracce, ora sta indagando l'FBI, visto anche la potenziale pericolosità delle azioni attribuite a Riley June Williams, la cui immagine mentre saliva le scale interne del Campidoglio compare in un filmato trasmesso dal canale britannico ITV.

I sospetti sulla giovane sono suffragati anche dalla testimonianza di un uomo (di cui non è stata resa nota l'identità) che ha riferito d'averla vista rubare un computer (o un disco rigido) dall'ufficio di Nancy Pelosi. Secondo lo stesso testimone, citato nell'atto di accusa e che sarebbe un ex compagno della ragazza, Riley June Williams voleva inviare quanto rubato ad un suo contatto in Russia per venderlo ai servizi segreti di Mosca, l'SVR.

Il tentativo non sarebbe andato a buon fine, ma ancora non si sa se Riley June Williams sia ancora in possesso del computer o lo abbia distrutto. Intanto l'Fbi ha reso noto che è stato emesso un mandato di cattura (attualmente solo per l'irruzione a Capitol Hill, ma non ancora per furto) contro la giovane donna, che secondo la madre ha da tempo lasciato la casa di famiglia.
Dettagli.
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le uscite periodiche della nostra testata.
Consenso Privacy (leggi)
Le ultime Notizie
Il Magazine
Italia Informa - N°1 Gennaio-Febbraio 2021