Solinas (Deloitte): "Fondi d’investimento e istituzioni finanziarie protagonisti nella ripartenza"

- di: Daniele Minuti
 
Antonio Solinas, amministratore delegato di Deloitte Financial Advisory, ha pubblicato un intervento sul blog istituzionale di Deloitte Italia in cui ha analizzato le possibilità di ripartenza economica del nostro Paese una volta superata la crisi dovuta alla pandemia.

E con le sue parole, Solinas ha tracciato le sue linee guida per vedere risollevarsi l'Italia: "Non bisogna intervenire sulle singole imprese o sui singoli settori, quanto creare presupposti per il rilancio collettivo del Paese: il Pnrr si pone l'obiettivo di rinverdire i fasti di un nuovo miracolo economico italiano, dall'innovazione e la digitalizzazione al rafforzamento delle infrastrutture, dall’istruzione e la ricerca alla salute, senza dimenticare tematiche come l’inclusione sociale e la transizione ecologica. Il miracolo del secondo Dopoguerra fu frutto di un contesto geopolitico diverso da quello attuale ma anche oggi i cittadini necessitano di cambiamenti strutturali. Dietro le imprese ci sono le persone, la vera spinta per ripartire dopo aver dimostrato resilienza in questi mesi. Non è un caso che il presidente Mattarella abbia parlato di risorse europee come trampolino di lancio per fare il salto in avanti verso la rinascita della comunità".

L'ad di Deloitte Financial Advisory aggiunge poi che "il Pnrr non sarà un fenomeno isolato ma vedrà in campo molti operatori internazionali, fondi di investimenti e istituzioni finanziarie che fungeranno da volano: oggi sono molti gli operatori pronti a investire in progetti di R&S o in iniziative di utilità sociale".

Solinas ha poi parlato della collaborazione con operatori di mercato come Redo Sgr con l'obiettivo di sviluppare progetti che hanno come oggetto social housing, residenze universitarie convenzionate o infrastrutture sociali in Lombardia: "Si tratta di un segnale che mostra come fondi di investimento e istituzioni finanziare siano pronti ad aprirsi a nuove iniziative con orizzonti di investimento a lungo termine, che non riguardano solo le aziende ma anche le persone che ci sono dietro. Analizzando la crisi attuale non bisogna solo guardare alle situazioni patologiche ma anche alle possibilità di crescita e innovazione dei business. Sarà un percorso lungo e le aziende dovranno pianificare a lungo termine, con gli investitori che dovranno invece sostenere le iniziative lungo tutto questo arco temporale. Infine a completare il panorama di prospettive per l'Italia ci sono molti fondi d'investimento con grandi somme di liquidità che monitorano il mercato cercando aziende che vogliano mettersi in gioco per rispondere i nuovi bisogni nati dalla pandemia. Individuare questi segnali in anticipo vorrà dire ripartire con una marcia in più".

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie