Francia: l'economia accelera, vicino il livello pre-crisi

- di: Jean Aroche
 
L'economia francese accelera nel secondo trimestre e si avvicina al livello pre-crisi, con il Prodotto interno lordo cresciuto dello 0,9% tra aprile e giugno. Incremento che dovrebbe consentire al governo di raggiungere l'obiettivo di crescita annuale del 6%.
Anche se non può ancora sperare di raggiungere, come fatto dagli Stati Uniti, i livelli pre-crisi dell'economia, la Francia sembra essere sulla buona strada, secondo i dati diffusi oggi dall'Istituto nazionale di statistica e studi economici, l'Insee.

Il secondo trimestre ha segnato un significativo miglioramento dell'attività, perché l'aumento del Pil dello 0,9% é leggermente superiore alle attese. Inoltre, i trimestri precedenti sarebbero leggermente migliori di quanto inizialmente stimato dagli statistici dell'Insee. Nel quarto trimestre del 2020 l'attività sarebbe diminuita solo dell'1%, invece dell'1,5%, e nel primo trimestre del 2021 sarebbe rimasta praticamente piatta (0% invece di - 0,1%).

Queste revisioni al rialzo e il buon dato del secondo trimestre hanno spinto il ministro dell'Economia e delle Finanze, Bruno Le Maire, intervistato da France Inter, ad affermare che ''la performance eccezionale dell'economia francese" dovrebbe consentirle di tornare al livello pre-crisi all'inizio del 2022.
Gli esperti di Insee preferiscono rimanere più cauti nelle loro previsioni. Per Julien Pouget, capo del dipartimento congiuntura dell'Istituto, sarebbe importante che "la situazione sanitaria non peggiori sotto l'influenza di nuove varianti'' e che "le persistenti tensioni sull'approvvigionamento di materie prime o componenti in alcuni settori non peggiorino ulteriormente , perché hanno già iniziato a mordere la produzione, soprattutto quella automobilistica''.

Secondo altri economisti, pur improntando i loro giudizi a prudenza, l'evoluzione della variante Delta non dovrebbe ostacolare eccessivamente l'attività. D'altra parte gli ordini sono ripartiti benissimo e la situazione è reso ancora più favorevole dal fatto che i redditi delle famiglie sono stati preservati durante la crisi.
Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie