Honda sceglie l'Ohio come hub per il mercato americano dell'elettrico

- di: Redazione
 
La casa giapponese Honda ha fatto le sue scelte: sarà l'Ohio, dove 45 anni fa impiantò la sua prima fabbrica negli Stati Uniti, a diventare l'hub delle sue attività in America nel segmento dell'elettrico. Innanzitutto, ha annunciato ieri, nelle zone rurali dello Stato, costruirà, in joint-venture con la sudcoreana LG Energy Solution, una fabbrica di batterie con un investimento stimato in almeno 3,5 miliardi di dollari. Una volta ultimato, l'impianto avrà creato 2.200 nuovi posti di lavoro. Honda, secondo quanto ha reso noto la casa, prevede anche di investire 700 milioni di dollari e aggiungere 300 posti di lavoro in tre delle proprie fabbriche dell'Ohio per prepararle a iniziare a produrre veicoli elettrici e relative componenti.

Honda sceglie l'Ohio come hub per il mercato americano dell'elettrico

L'impianto di batterie, da costruire insieme alla LG Energy Solution, potrebbe vedere un investimento totale di 4,4 miliardi di dollari. Il sito dell'impianto è stato localizzato nella contea di Fayette, a circa 40 miglia a sud-ovest della capitale dello Stato, Columbus. L'investimento previsto di 70 milioni riguarda gli stabilimenti di assemblaggio a Marysville e East Liberty e quello di motori ad Anna, a nord di Dayton.
La costruzione dell'impianto di batterie inizierà all'inizio del prossimo anno, con la produzione in serie di celle agli ioni che comincerà entro il 2025. L'impianto produrrà batterie esclusivamente per i veicoli Honda assemblati in Nord America, incluso il marchio di lusso Acura.

Come sempre più di frequente si sta registrando, gli ingenti investimenti di società straniere e americane negli Stati Uniti sono favoriti dagli importanti incentivi concessi dalle autorità, statali e locali, sia in termini di sgravi fiscali che di realizzazione di infrastrutture, soprattutto stradali.
Honda prevede di iniziare a vendere modelli costruiti sulle proprie basi per veicoli elettrici a partire dal 2026, ma continuerà anche a sviluppare, insieme a GM, veicoli elettrici a prezzi accessibili, che saranno costruiti da Honda. La casa automobilistica giapponese prevede di introdurre 30 nuovi veicoli elettrici a livello globale entro il 2030, con l'intenzione di vendere solo automobili a zero emissioni entro il 2040.
D'altra parte dagli stabilimenti Honda in Ohio da anni escono veicoli ibridi gas-elettrici, cosa che agevolerà il processo di transizione verso la costruzione di veicoli elettrici.

L'annuncio di Honda segue diverse ondate di annunci di impianti di assemblaggio di batterie e veicoli elettrici negli Stati Uniti e in Nord America mentre le case automobilistiche cercano di stabilire una catena di approvvigionamento nazionale per la prossima generazione di propulsione dei veicoli. Ford, General Motors, Toyota, Hyundai -Kia, Stellantis e VinFast del Vietnam hanno annunciato piani per 10 stabilimenti di batterie negli Stati Uniti, molti dei quali con società in joint venture.
Inoltre, Ford, GM, Hyundai-Kia e VinFast hanno annunciato l'intenzione di costruire nuovi impianti di assemblaggio di veicoli elettrici negli Stati Uniti o di riorganizzare i vecchi impianti per gestire i veicoli elettrici.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli