Porsche: nuovo record storico di ricavi nell’anno del Covid

- di: Giuseppe Castellini
 
Il Covid-19 non ferma Porsche AG, nonostante la produzione abbia avuto un fermo di sei settimane. La Casa automobilistica tedesca, il cui capitale sociale è interamente posseduto dal Gruppo Volkswagen, ha chiuso il 2020 con Ricavi a quota 28,7 miliardi di euro, superando di 100 milioni di euro il precedente record, segnato nel 2019.
Quanto al quadro generale degli indicatori, il Risultato operativo 2020 ai attesta a 4,2 miliardi di euro (4,4 miliardi nel 2019, 3,9 miliardi al netto delle voci straordinarie), il Margine operativo sale del 14,6%, all’interno della ‘forchetta’ indicata nelle previsioni, l’Utile pre-imposte aumenta a 4,4 miliardi di euro, più di quello 2019 e rappresenta quasi la metà di quello intero Gruppo Volkswagen.

Le vetture consegnate nel 2020 da Porsche nel mondo sono state più di 272mila, solo il 3% in meno del risultato 2019, che aveva segnato il record storico di vetture consegnate. E le consegne avrebbero certamente superato quelle del 2019 se non ci fossero state sei settimane di fermo produttivo.

“L’obiettivo”
- afferma la Casa automobilistica - “è di migliorare il nostro risultato complessivo di 10 miliardi di euro entro il 2025 e di 3 miliardi di euro l’anno successivo”. È poi da evidenziare che ai dipendenti Porsche che lavorano in Germania andrà, in virtù dei risultati, un bonus di 7mila 850 euro, in calo rispetto ai 9mila 700 euro del 2019, ma sette volte quello che pagano in Germania altre Case automobilistiche. Risultati, quelli 2020, ottimi non solo per quantità. La prima vettura elettrica targata Porsche, la Taycan, ha visto più di 20mila consegne ai clienti. E la Taycan è l’ammiraglia a zero emissioni che lancia Porsche nella nuova era carbon neutral.

Quanto alla variante Cross Turismo che arriverà nelle concessionarie nei prossimi mesi è, afferma il Ceo Oliver Blume (nella foto) , “la prima vettura che resterà CO2-neutrale per tutto il ciclo di utilizzo”. Il tutto in un quadro in cui, dal punto di vista della sostenibilità, la Casa tedesca è già avanti sul mercato europeo, in quanto nel 2020 un terzo delle Porsche immatricolate era elettrificato, contro una quota del 17% a livello globale. E nel 2025, fanno sapere i vertici della Casa automobilistica, almeno la metà dei modelli avrà un motore elettrico, per arrivare al 2030 quando oltre l’80% delle nuove Porsche sarà a emissioni zero.

Non solo, ma Porsche ha annunciato che investirà un miliardo di euro nei prossimi 10 anni nell’eolico, nel solare e in altre misure per ridurre l’impatto ambientale al minimo. Inoltre, la Casa automobilistica tedesca sarà il principale acquirente di carburante green, del quale conta di disporre in notevole quantità grazie ad un progetto costruito con Siemens, Ame, Enap ed Enel, che punta sui carburanti sintetici neutri dal punto di vista dell’impatto ambientale.
  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli