Stellantis brilla, Fca e Psa portano in dote buoni bilanci 2020

- di: Redazione
 
“Questi risultati dimostrano la solidità finanziaria di Stellantis, che nasce dall’unione di due Gruppi sani e forti. Stellantis debutta posizionandosi in alto ed è pienamente concentrata sul raggiungimento delle sinergie preannunciate”. Così Carlos Tavares, Ceo di Stellantis - nata dalla fusione tra Fiat Chrysler Automobiles N.V. (Fca) e Peugeot S.A. (Psa) - commenta i risultati 2020 di Fca e Psa, che chiudono entrambe con numeri robusti, lanciando il nuovo Gruppo e annunciando che agli azionisti di Stellantis verrà distribuito un dividendo complessivo di 1 miliardo di euro.

Si tratta dell’ultimo bilancio dei due Gruppi separati, perché da quest’anno la protagonista è Stellantis, che inizia la sua corsa in un anno cruciale in cui diventeranno via via operative le strategie tracciate e le sinergie operative tra i due Gruppi. E sarà proprio la rapidità della messa in atto delle strategie e delle sinergie operative a determinare i risultati di Stellantis, che si trova ad operare in un mercato dell’auto che per il 2021 è atteso in netta crescita e che arriva all’appuntamento della ripartenza forte di una notevole solidità finanziaria. In questo contesto, la presentazione ufficiale del nuovo piano industriale di Stellantis avverrà tra le fine del 2021 e l’inizio del 2022.

In dettaglio, Fca ha chiuso il 2020 con ottimi risultati nonostante gli impatti del Covid-19, con l’Ebit adjusted a 3,7 miliardi di euro e margine al 4,3%, utile netto adjusted a 1,9 miliardi di euro e free cash flow industriale a 0,6 miliardi di euro. In particolare, Fca ha riportato risultati record nel quarto trimestre del 2020. Record di Gruppo e in Nord America, con Ebist adjusted che nel IV trimestre si è attestato rispettivamente a 2,3 miliardi di euro e 2,2 miliardi di euro e margini rispettivamente all’8,2% e 11,6%. Da segnalare, sempre nel quarto trimestre, anche Maserati in positivo e free cash flow industriale forte a 3,9 miliardi di euro.

Da parte sua, il Gruppo Psa nel 2020 ha mostrato un’elevata redditività, con margine operativo adjusted delle attività Auto che tocca il record del 7,1% (3,4 miliardi di euro). L’utile netto di Gruppo è stato pari a 2,2 miliardi di euro e il Free cash flow delle attività Auto si è attestato a 2,7 miliardi di euro, con la Posizione finanziaria netta, sempre per quanto concerne l’attività Auto, positiva per 13,2 miliardi di euro. Da segnalare che il picco de margine operativo (9,4%) è stato toccato da Psa nel secondo semestre 2020. “Un livello di redditività raggiunto, evidenzia il Ceo Tavares, “grazie a un mix di prodotti positivo e ai risparmi sui costi”.

Intanto, il nuovo Gruppo nato dalla fusione di Fca e Psa guarda al 2021 e indica al mercato una guidance che vede il margine operativo adjusted attestarsi nella forbisce 5,5%-7,5%, ipotizzando che non vi siano lockdown significativi dovuti alla pandemia.
Quanto al mercato dell’auto nel 2021, come detto si annuncia in netta crescita: Nord America +8%, Sud America +20%, Europa +10%, Medio Oriente & Africa +3%, India & Asia Pacifico +3% e Cina +5%. E Stellantis ha tutte le carte in regole per esserne grande protagonista su scala globale.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli