Maxidata sbarca a Vinitaly 2022: il software per l’enologia si arricchisce di nuove funzionalità

- di: Barbara Leone
 
Il vino italiano è uno dei più amati del mondo. Basti pensare che lo scorso anno l’export ha superato i 7 miliardi di euro, con incrementi delle vendite in doppia cifra per tutte le categorie di prodotto. Quello vitivinicolo è, dunque, un mercato in costante espansione, che negli ultimi anni ha subìto anche una vera e propria trasformazione a livello digitale con l’ingresso delle nuove tecnologie nella gestione di cantine e vitigni. In questo senso Maxidata è, come si dice, un nome una garanzia. La società del Gruppo Zucchetti, infatti, è da anni leader nello sviluppo di software per la gestione delle aziende vitivinicole. L’azienda, dunque, non poteva di certo mancare a Vinitaly 2022, l’importante manifestazione del settore giunta alla sua 54esima edizione che si svolgerà nel quartiere fieristico di Verona dal 10 al 13 aprile prossimi. Durante tutta la durata dell’evento (allo stand A5 del Palaexpo - Regione Lombardia, 2° piano) sarà possibile prendere visione dell’intera gamma di prodotti Maxidata, che quest’anno si presenta ancora più ricca. Le ultime implementazioni hanno riguardato fortemente lo sviluppo di funzioni dedicate alle vendite, favorendo una gestione completa e puntuale a partire dall’ordine (anche provenienti dall’e-commerce) fino all’effettiva spedizione, ma anche alla produzione, dalla vinificazione a tutto ciò che ruota attorno all’Industria 4.0 per l’interfacciamento dei macchinari con il gestionale uve2k.Blue. Oltre alle soluzioni rivolte alle aziende, Maxidata vanta un portafoglio prodotti che copre le esigenze di tutta la filiera, con soluzioni specifiche anche per consulenti, associazioni di categoria e Consorzi. Sempre in aggiornamento anche le integrazioni con soluzioni di aziende del Gruppo Zucchetti, specializzate in ambiti complementari al business vitivinicolo: dall’Hospitality, all’Industria 4.0, alle soluzioni ERP e HR e molto altro.

Il software per l'enologia si arricchisce di nuove funzionalità


“La decennale presenza nel settore vitivinicolo - ricorda Enrico Moroni, Amministratore Delegato di Maxidata - ha permesso a Maxidata di sviluppare competenze altamente specifiche al servizio dei propri clienti. L’appartenenza al Gruppo Zucchetti ci consente inoltre di coprire tutte le esigenze, potendo far riferimento a soluzioni altamente specializzate nel proprio ambito di riferimento. Mi riferisco in particolar modo al mondo dell’Hospitality per quelle aziende che hanno una propria struttura ricettiva, ma anche all’Industria 4.0, BI e molto altro. La crescente integrazione - conclude Moroni - apre le porte a nuovi scenari, con lo scopo di trainare la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica di un settore, come quello vitivinicolo, che ne può trarre un grande vantaggio strategico”. Presso lo stand Maxidata quest’anno sarà possibile prendere visione anche delle soluzioni dedicate alla ristorazione e alle strutture ricettive. Il tutto in quell’ottica di visione strategica che caratterizza un mercato sempre più digitalizzato come quello enologico. “Il vantaggio di scegliere Zucchetti - sottolinea Angelo Guaragni, amministratore di Zucchetti Hospitality - è proprio quello di disporre di soluzioni integrate capaci di soddisfare qualsiasi esigenza, anche grazie alle sinergie con le aziende del gruppo come Maxidata, che sviluppano soluzioni verticali partendo da un’esperienza pluriennale del settore. Anche in questa edizione del Vinitaly mostreremo agli operatori della ristorazione soluzioni tecnologiche capaci di ottimizzare i processi di gestione dell’attività sotto il profilo contabile, amministrativo e organizzativo, nonché servizi digitali utili ad aumentare l’interazione con i propri clienti e incentivarne la fidelizzazione”.

Nel corso di Vinitaly Maxidata darà ampia visibilità anche all’Osservatorio Economico (OssEc), una soluzione tecnologica dedicata ai Consorzi di tutela che permette di rilevare i dati globali di vendita degli associati, per poter elaborare e presentare una serie di dati e report statistici, utili a successive interpretazioni e considerazioni sull’andamento delle vendite e sul posizionamento dei prodotti tutelati nel mercato. Dati che presto potranno confluire anche nell’Osservatorio del Vino realizzato da Maxidata per Unione Italiana Vini. La piattaforma consente già di accedere a informazioni preziose relative al settore vino: commercio mondiale (import e export), potenziale produttivo (superfici, produzioni, giacenze e imbottigliamenti) e mercato dello sfuso. Un progetto, quest’ultimo, che assicura a Maxidata una visione a 360° del settore, insieme a un’offerta che copre l’intera filiera e soluzioni che permettono ai Consorzi di valutare oculatamente le scelte strategiche, a vantaggio dei propri associati.
Notizie della stesso argomento
Trovati 12 record
Pagina
1
15/07/2024
AI e Digitalizzazione: il roadshow di Piccola Industria e Anitec-Assinform fa tappa ad Anc...
15/07/2024
Università di Bologna e Scm Group: accordo di collaborazione quinquennale
15/07/2024
Venture Awards 2024: premiate le startup che collaborano con Stellantis
13/07/2024
Sace, al via i lavori del Rome Venture Forum 2024
12/07/2024
ENEA: tecnologie innovative per la sicurezza sismica degli edifici storici col progetto RI...
12/07/2024
Istat, Fastweb e UNINT insieme per iniziative basate sull'AI
Trovati 12 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli