Gb: Brexit, i laburisti vogliono un nuovo accordo con l'Eu

- di: Redazione
 
Sir Keir Starmer, capo del laburisti britannici, ha detto che cercherà un accordo sulla Brexit ''molto migliore'' con Bruxelles se, come tutti i sondaggi sembrano oggi dare per sicuro, il Labour vincerà le prossime elezioni generali.
Il leader dell’opposizione ha dichiarato al Financial Times che l’attuale accordo, la cui revisione è prevista nel 2025, è ''troppo sottile'', escludendo comunque una nuova adesione all’unione doganale, al mercato unico o all’UE.
Ma, al di là delle dichiarazioni del capo dei laburisti, non è chiaro se Bruxelles sarebbe disposta ad apportare importanti modifiche all’accordo, concordato dall’ex primo ministro conservatore Boris Johnson nel 2021.
Quindi, nessuna voglia di tornare dentro l'Unione europea, se i laburisti salissero al potere, ma solo la promessa di ''fare funzionare la Brexit''.

Gb: Brexit,  i laburisti vogliono un nuovo accordo con l'Eu

I sondaggi, in vista delle elezioni generali, previsti per il 2024, danno un vantaggio in doppia cifra per i laburisti rispetto agli avversari. Starmer, che è a Montreal per un vertice tra i leader di centrosinistra, ha detto al FT, dopo avere premesso che quello siglato da Boris Johnson ''non è un buon affare'', che ''entrando nel 2025, cercheremo di ottenere un accordo molto migliore per il Regno Unito", anche se non ha specificato quali parti dell’accordo cercherà di migliorare.
Si è comunque detto fiducioso che si possa negoziare un accordo migliore con Bruxelles, così come una "relazione commerciale più stretta".

"Dobbiamo farlo funzionare. Non è una questione di rientrare, ma mi rifiuto di accettare che non possiamo farlo funzionare", ha detto, aggiungendo che stava pensando alle "generazioni future". Parlando dei suoi figli (un ragazzo di 15 anni e una ragazza di 12 anni), Starmer ha detto: "Non li lascerò crescere in un mondo in cui tutto quello che ho da dire a loro riguardo al loro futuro è che sarà peggio di quanto sarebbe potuto essere altrimenti''.
Starmer sta, in queste settimane, avendo incontri con altri leader. Come ha fatto in Canada, con il tra cui il primo ministro Justin Trudeau. A breve dovrebbe recarsi a Parigi per incontrare il presidente francese Emmanuel Macron.

La scorsa settimana si è anche recato all'Aia, nei Paesi Bassi, per incontrare l'agenzia di polizia europea Europol, alla ricerca di un accordo per cercare di fermare le bande di trafficanti che trasportano le persone attraverso il canale su piccole imbarcazioni.
Quest'ultimo incontro ha provocato la stizzita reazione del primo ministro Rishi Sunak e del ministro degli Interni Suella Braverman secondo i quali i laburisti stanno progettando di lasciare che il Regno Unito divenga una ''discarica'' per 100.000 migranti provenienti ogni anno dall'Europa.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli