Gb, la cucina italiana perde i pezzi: la catena Prezzo chiude un terzo dei suoi ristoranti

- di: Redazione
 
La catena di ristoranti italiana Prezzo chiuderà un terzo dei suoi ristoranti nel Regno Unito, dopo essere stata colpita dall'aumento dei costi degli ingredienti per pizza e pasta e dell'energia. Secondo quanto ha comunicato lo stesso gruppo, la chiusura dei 46 siti in perdita metterà a rischio di licenziamento 810 dipendenti.

Gb, la cucina italiana perde i pezzi: la catena Prezzo chiude un terzo dei suoi ristoranti

Prezzo ha giustificato la sua strategia affermando che le sue bollette sono più che raddoppiate nell'ultimo anno insieme a forti aumenti dei costi per pasta, salsa per pizza, mozzarella e spaghetti.
Ad essere colpiti saranno i siti che non hanno ancora recuperato rispetto ai livelli che avevano prima della pandemia da coronavirus. Prezzo ha affermato che manterrà i suoi ristoranti nelle aree commerciali più frequentate, comprese le destinazioni turistiche.

Le restrizioni dovute al Covid al culmine della pandemia hanno costretto molte strutture ricettive a chiudere i battenti e licenziare il personale. Da allora la ripresa finanziaria di migliaia di pub, bar, ristoranti e altri locali è stata ostacolata dall'aumento dei costi, in particolare per l'energia. Anche la proprietà del gruppo Frankie e Benny ha annunciato la chiusura di altri 35 ristoranti
Prezzo, entrato in amministrazione controllata alla fine del 2020 prima di essere acquistato dalla società di private equity Cain International, ha affermato che i tagli riguardano i ristoranti dove "la ripresa post-Covid si è rivelata più difficile di quanto sperassimo".

I dipendenti sono stati informati delle chiusure nei giorni scorsi e la catena ha affermato che avrebbe lavorato per ridistribuire "quanto più personale possibile internamente". Dean Challenger, amministratore delegato di Prezzo, ha detto che la realtà è che la crisi del costo della vita, insieme all'inflazione, ''ha reso impossibile mantenere tutti i nostri ristoranti operativi in modo redditizio", ha aggiunto. Oltre alle bollette energetiche, Prezzo ha affermato che i suoi "ingredienti principali" sono aumentati vertiginosamente, tra il 15% dei costi delle palline di pasta, il 28% della salsa per la pizza e del 40% per gli spaghetti. Le ''decisioni difficili'', ha detto Chalenger, sono state prese per "assicurare che Prezzo possa continuare a servire le comunità con pasti accessibili di ispirazione italiana di alta qualità per molti altri anni a venire".
Notizie della stesso argomento
Trovati 10 record
Pagina
1
19/07/2024
Stati Uniti: Trump "arruola" Dio e promette di plasmare il Paese per i prossimi decenni
18/07/2024
Giappone: nel primo semestre dell'anno l'export torna a crescere
17/07/2024
Starmer promette di ''togliere i freni'' alla Gran Bretagna
17/07/2024
Cina: il Partito comunista definisce le riforme per rilanciare l'economia
17/07/2024
Fmi rivede al rialzo le previsioni di crescita per India e Cina
16/07/2024
Usa: la Federal Reserve a un passo dal taglio dei tassi di interesse
Trovati 10 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli