Banca Ifis: utile netto in crescita del 50% nel primo semestre 2022

- di: Daniele Minuti
 
Permettono di sorridere i risultati del primo semestre per Banca Ifis: l'Istituto ha infatti registrato una crescita di 50 punti percentuali dell'utile netto, arrivato a 72,5 milioni di euro. Questo dato è stato reso possibile dalle performance sui ricavi, salite del 12% su base annuale.

Il Cda di Banca Ifis ha approvato i risultati relativi al primo semestre 2022

Le attività di Factoring e Leasing salgono a ritmi superiori di quelli registrati nel mercato di riferimento, a dimostrazione del grande dinamismo della rete commerciale dell'Istituto. Crescono anche gli incassi del business NPL (+9,5%), grazie a una maggiore efficienza dell'attività di recupero crediti e a una grande qualità del portafoglio. Inoltre, le riserve accantonate nel corso dei precedenti esercizi, sono state riqualificate per evitare rischi macroeconomici causati dal conflitto in Ucraina.

Il Margine di intermediazione sale a 324 milioni di euro (+11,6%), beneficiando della crescita del settore NPL e di quello Commercial & Corporate Banking (+1,6%). Aumentano del 7,5% i costi operativi per via delle maggiori spese del personale, per quella della remunerazione variabile e per il contributo legato all'acquisizione ex Aigis e alle altgre spese amministrative.

Cala di circa 10 milioni di euro su base annuale il costo del credito (a 33,7 milioni di euro) mentre la posizione di liquidità si conferma solida, con 1 miliardo di euro di riserve e attivi liberi finanziabili in BCE al 30 giugno del 2022.

Confermata ancora la grande solidità della Banca: CET1 pari a 14,92% (contro il 15,44% registrato nel 31 dicembre 2021) e TCR pari a 19,00% (contro il valore di 19,63% di sei mesi fa), calcolati escludendo l’utile del primo semestre 2022 (Il CET1 si attesterebbe al 15,91% includendo i positivi effetti derivanti dall’applicazione del
regolamento delegato UE 954/2022).

Frederik Geertman, Amministratore Delegato di Banca Ifis (nella foto), ha commentato: "I risultati del primo semestre 2022 evidenziano un utile netto pari a 72,5 milioni di euro, in crescita del 50% rispetto allo stesso periodo del 2021, trainato principalmente all’incremento dei ricavi che si attestano al +12%. Quest’andamento riflette la resilienza del nostro modello di business che ci permette di operare traendo vantaggio dall’elevata specializzazione, dagli investimenti in innovazione dei processi e dalla gestione sostenibile del credito in mercati dove la nostra Banca detiene un forte vantaggio competitivo. I solidi risultati semestrali e l’approccio conservativo nell’assunzione dei rischi adottato negli ultimi anni, ci consentiranno di affrontare al meglio il possibile scenario macroeconomico avverso dei prossimi trimestri, continuando a svolgere il nostro ruolo di supporto all’economia reale".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli