Confcommercio: "Torna la fiducia per consumatori e imprese"

- di: Daniele Minuti
 
I dati rilasciati dall'Istat relativi alle stime preliminari del clima di fiducia per maggio tornano ad essere confortanti, come confermato da Confcommercio: dopo i risultati piuttosto contraddittori visti ad aprile, in questo mese gli indici di fiducia dei consumatori e delle imprese tornano a salire, rispettivamente a 102,7 punti (da 100, primo segno positivo dopo quattro mesi di fila in negativo) e a 110,9 (da 108,4).

Confcommercio commenta la risalita della fiducia per imprese e consumatori

Partiamo dal capitolo consumatori, dove tutte le componenti registrano una crescita a partire dal clima economico e corrente che salgono rispettivamente 97,3 a 103,6 e da 100,8 a 104,6, mentre il clima personale cresce da 100,9 a 102,4 con quello futuro salito da 98,9 a 99,8.

Per quanto riguarda le imprese, se nel comparto industriale si vedono dei cali (nella manifattura si scende da 109,9 a 109,3 mentre nelle costruzioni si passa da 160,6 a 158,7), sono importanti gli aumenti dei servizi di mercato (saliti da 97,2 a 103,6) e la crescita del commercio al dettaglio permette all'indice di passare da 103,6 a 105,5.

Nei servizi di mercato, registrato un forte miglioramento riguardante i giudizi sugli ordini e sull'andamento degli affari, mentre contestualmente calano le attese sugli ordini; mentre sul commercio al dettaglio, sono positivi i giudizi sulle vendite e sulle scorte di magazzino, mentre c’è un lieve peggioramento delle aspettative sul volume delle vendite future.

Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli