Pandora, effetto Coronavirus: -39% sui ricavi nel secondo trimestre

 
Anche Pandora, azienda danese che vanta uno dei marchi di gioielli più famosi in tutto il mondo, sta soffrendo per colpa della pandemia da Coronavirus e i numeri del secondo trimestre di questo 2020 sono particolarmente allarmanti.

La società scandinava vantava un fatturato di circa 3 miliardi di euro nel 2019 ma stava già soffrendo prima dello scoppio dell'emergenza sanitaria, secondo l'analisi del Sole24Ore il motivo è legato a un modello di business troppo concentrato sul settore della gioielleria accessibile e sugli investimenti sul retail. Ma la discesa precedente a marzo ha portato un impatto ancora maggiore sui conti di Pandora, in particolare nel secondo trimestre.

I punti vendita hanno riaperto dopo la chiusura solamente ad aprile e il valore dei prodotti acquistati nei negozi è calato addirittura del 39%. Dato che è stato commentato dal board dell'azienda danese.

"Sin dallo scoppio della pandemia abbiamo dato il via a iniziative per gestire la crisi in modo socialmente responsabile" - il commento in un comunicato ufficiale - "che hanno protetto i profitti e dato solidi risultati in termini di liquidità nonostante un calo dei ricavi. Nel secondo trimestre i consumatori hanno avuto una buona interazione con il nostro marchio, portando a una forte ripresa delle vendite".

L'indice Ebit di Pandora da aprile a giugno rimane però positivo assestandosi su circa 126 milioni di euro, il calo delle vendite nei negozi all'inizio del terzo trimestre è sceso al 10% quindi si aspettano miglioramenti. C'è però da tenere d'occhio la situazione dei contagi da Coronavirus in tutto il mondo e quindi da pensare a come affrontare eventuali nuove chiusure.

Ma in questo caso Pandora non vuole farsi trovare impreparata: "La pandemia ha stravolto la nostra comunità" - commenta il presidente Alexander Lacik - "e potrebbe avere effetti a lungo termine sul comportamento dei consumatori. Il nostro modello di business ha mostrato di poter resistere alla crisi, sono fiero di come il nostro personale ha fronteggiato queste sfide e dei modi creativi con cui abbiamo creato opportunità in questo periodo difficile".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli