Draghi disegna l'Europa per le sfide di oggi e di domani

- di: Redazione
 
''Un'Unione europea che sia adatta al mondo di oggi e di domani'': ecco quello di cui, per Mario Draghi, ha bisogno l'Ue e, per raggiungere questi obiettivi, nella relazione che l'ex presidente della Bce ed ex presidente dl consiglio ha redatto su input di Ursula von der Leyen, proporrà ''un cambiamento radicale''.

Draghi disegna l'Europa per le sfide di oggi e di domani

Draghi ha scelto un evento istituzionale a La Hulpe, in Belgio, per anticipare alcuni dei temi che ha inserito nella relazione che proporrà al presidente della Commissione, partendo dall'assunto che ''dobbiamo raggiungere una trasformazione dell'economia europea, dobbiamo essere in grado di fare affidabile su un sistema energetico decarbonizzato affidabile, una difesa integrata europea, una produzione domestica nei settori più innovativi e una posizione leader nella produzione tecnologia''.

Ma ogni cambiamento, soprattutto se radicale e con obiettivi alti e ambiziosi, necessita di finanziamenti che, per Mario Draghi, dovranno provenire da privati e su questo l'ex primo ministro italiano ha mostrato grande chiarezza, affermando che ''i risparmi privati sono molto elevati e vengono per lo più incanalati in depositi bancari e non finiscono per finanziare la crescita tanto quanto potrebbero in un mercato dei capitali più ampio''.
Per questo, quindi, ''avanzare nell'Unione dei mercati dei capitali costituisce una parte indispensabile della strategia complessiva per la competitività''.

Per Draghi, poi, è necessario puntare sulla coesione politica dell’Unione che impone che si agisca ''insieme, possibilmente sempre. Dobbiamo essere coscienti che la coesione politica è minacciata dai cambiamenti del resto del mondo''. Da qui la ferma convinzione che non si può rilanciare la competitività puntando solo su noi stessi o ''gareggiando a vicenda''.
Una situazione che ''ci impone di agire come Unione europea in un modo che non abbiamo mai fatto prima''.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli