Elezioni 2022 - Chi ha detto cosa (18 agosto)

- di: Diego Minuti
 
Matteo Renzi

Ogni mattina Letta si alza e deve decidere come attaccarmi, la mattina sfodera gli occhi di tigre e mi attacca. Forse è rimasto al 2014, poveretto. Uno direbbe; ma come, forse Letta dovrebbe fare la campagna elettorale su Salvini, sulla Meloni. No, lui si preoccupa solo del sottoscritto.

Roberto Speranza

Abbiamo fatto scelte dure mettendo sempre avanti l’esigenza di salvare vite umane. I principali Paesi europei e del mondo hanno poi seguito la nostra esperienza.

Matteo Salvini

Senza una profonda, condivisa e radicale riforma della giustizia, l’Italia non sarà mai un Paese moderno.

Luigi de Magistris

Berlusconi ritorna ossessivamente sulla giustizia per renderla meno autonoma.

Silvio Berlusconi

Ci ha lasciato il nostro Niccolò. Non ci sembra possibile, ma purtroppo è così. Il nostro dolore è grande, immenso, quasi non possiamo crederci: tre giorni fa abbiamo lavorato ancora insieme. Cosa possiamo dire di lui? Un grande, carissimo amico, un professionista eccezionale, colto e intelligentissimo, di una generosità infinita. Ci mancherai immensamente, e ci domandiamo come potremo fare senza di te. Ti abbiamo voluto tanto bene, te ne vorremo sempre.

Matteo Salvini

Non ci interessano le star, noi candidiamo persone perbene, radicate nel territorio. Non abbiamo bisogno di vip. E da noi non ci saranno i casini che ci sono stati in casa Pd.

Carlo Calenda

Alle menzogne e agli insulti di Emma Bonino io non rispondo perché sono un signore, e mi hanno insegnato che agli insulti non si risponde con altri insulti. Ma lo vuol sapere che cosa mi diceva sempre la Bonino? Me l’ha ripetuto tante volte nei mesi scorsi, quando ci parlavamo tutti i giorni: “Vedi, Carlo, io da radicale sono sempre stata contro i dipendenti della sinistra perché noi radicali, i vecchi candidati indipendenti della sinistra, li chiamavamo così: dipendenti”. E che cos’ha fatto poi? È diventata dipendente pure lei. S’è fatta eleggere da Prodi, da Berlusconi e ora è diventata dipendente di Letta e Fratoianni.

Claudio Durigon

Nei piani della Lega ci sono taglio delle tasse, nuova flat tax, addio legge Fornero e quota 41, proprio perché gli italiani non hanno bisogno dei salassi delle patrimoniali di Letta.

Federico Cafiero de Raho

Perché ho detto di sì (alla candidatura con i 5S, ndr)? Perché da esponente della società civile potrò continuare a lavorare per il Paese per battere criminalità e corruzione che restano il primo ostacolo allo sviluppo sociale, economico, politico e culturale della nazione.

Giorgia Meloni

Il reddito di cittadinanza, misura dal costo esorbitante di 9 miliardi di euro (...), soprattutto ha fallito come lotta alla povertà e come politica attiva del lavoro visto che pochissimi sono stati alla fine assunti e hanno trovato un lavoro dignitoso.

Massimiliano Fedriga

Il Pnrr può essere migliorato in relazione anche al nuovo contesto di tensione internazionale, ma non serve stravolgerlo.

Luigi Zanda

Il Pd è un partito giovane, ma con radici antiche e solide: socialismo, dottrina sociale della Chiesa, valori repubblicani, spirito liberale. Tutto è tenuto insieme da punti fermi che il partito condivide senza eccezionale alcuna che sono l'Occidente, la Costituzione, la lotta alle diseguaglianze e il clima.
  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli