Usa: l'oppioide fentanyl fa strage tra i drogati

- di: Redazione
 
Sei chilogrammi di fentanil, quasi 140 mila dollari in contanti e un pacchetto di eroina: è questo il bilancio di una delle innumerevoli operazioni di polizia che, negli Stati Uniti, quotidianamente tentano di frenare l'epidemia di morti provocate dal potente oppiaceo, che ormai sembra avere conquistato il mercato delle droghe in America.

Usa: l'oppioide fentanyl fa strage tra i drogati

I poliziotti di Oakland, città californiana vicina a San Francisco, hanno ''solo'' tolto dal giro una partita di fentanil, ma quelle che sfuggono alla polizia sono molte di più. Perché, secondo i dati ufficiali pubblicati nelle scorse ore, è questa droga sintetica la responsabile del 66% dei decessi per overdose nella nazione.
I dati forniti dal Center for Disease Control and Prevention sono inequivocabili.

I decessi per uso di oppioidi sintetici, principalmente fentanil (che è 50 volte più potente dell'eroina), sono passati da 58.000 nel 2020 a 71.200 un anno dopo, con un aumento del 23%. Non meno grave il fenomeno del consumo di metanfetamine, che nel 2021 hanno causato 33.000 morti, il 34%.
Il Center for Disease Control and Prevention (CDC) ha quindi rivelato che 107.602 persone sono morte per abuso di sostanze, con un aumento del 14,9% rispetto al periodo precedente. Ad eccezione del 2018, il numero di decessi per overdose accidentale cresce ogni anno. Dall'anno 2000 le vittime sono più di un milione.
Il Centro ha documentato 103.500 casi, ma i suoi esperti avvertono che si tratta di un numero provvisorio e che aumenterà nei prossimi mesi, una volta che i coroner (che si pronunciano in casi di morti le cui cause non sono chiare) confermeranno alcuni decessi sospetti che sono in fase di revisione.

L'aumento dell'offerta di fentanil è dovuto anche al fatto che la sua produzione è più economica di quella dell'eroina, sostituendosi ad essa nei momenti di penuria. La sua presenza non si limita agli Stati Uniti, poiché ha causato morti in diversi Paesi europei, in particolare Estonia, Lettonia e Svezia. Anche il Canada ha visto aumentare il numero di overdose accidentali.
L'uso di fentanil, contrariamente a quando fece la sua comparsa negli Stati Uniti, non è più un problema limitato solo in alcune aree. Tra il 2014 e il 2017 ha causato un gran numero di morti nel nord-ovest e nel Midwest del Paese, principalmente tra bianchi caucasici. Nel 2017 e nel 2018 si è diffuso a ovest, mietendo migliaia di vittime, in particolare a San Francisco. Anche le comunità nere e latine hanno iniziato a notare l'aumento dei decessi con l'aumento dell'offerta. La Cina non è più il principale esportatore di questa sostanza, che è legale e viene utilizzata per ridurre il dolore cronico, ad esempio, nei malati di cancro. Il Messico e l'India hanno iniziato a effettuare spedizioni sotto forma di pillole di contrabbando.
Paradossalmente, i canali di approvvigionamento di fentanil non sono solo illegali. E' il caso di una azienda produttrice che è stata accusata di essere responsabile di una serie di dipendenze promuovendo la prescrizione del farmaco come analgesico. L'azienda, la Perdue Pharma, produttrice dell'oppioide OxyContin, ha dichiarato bancarotta l'anno scorso dopo che le autorità locali hanno invaso i tribunali con oltre 2.600 cause legali contro di essa.

I trafficanti di droga, dicono gli esperti, stanno mescolando il fentanil con altre sostanze come la metanfetamina o la cocaina per attirare ulteriormente i loro clienti. Gli agenti hanno scoperto che coloro che pensano di fare uso di cocaina stanno effettivamente assumendo il potente oppiaceo. Il fentanil è stato anche trovato in pillole che imitano farmaci da prescrizione come OxyContin, Percocet, Xanax e Vicodin. Quindi molte vittime di overdose muoiono perché inconsapevolmente ingeriscono fentanil, secondo la Dea, l'agenzia federale anti-droga.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli