Gruppo Franchetti, dal PNRR spinta alla realizzazione di opere strategiche infrastrutturali

- di: Barbara Leone
 
Nella foto, il CEO Paolo Franchetti

Recentemente la premier Meloni ha commentato positivamente l’approvazione, da parte della Commissione Europea, della revisione del Piano nazionale di ripresa e resilienza che ridimensiona, in particolare, il pacchetto di finanziamenti dedicati al REpowerEU. Con queste modifiche, i fondi PNRR salgono da 191,5 a 194,4 miliardi articolati su 614 obiettivi (invece dei 527 originari). Il PNRR continua a rappresentare uno strumento di grande utilità per il Paese, sia per la transizione energetica sia per l'ammodernamento delle reti viarie e degli edifici. In questo contesto, anche grazie ai finanziamenti europei del PNRR, l’Italia sta realizzando il più grande investimento in infrastrutture della sua storia: circa 125 miliardi di euro entro il 2032 per le opere strategiche.

Gruppo Franchetti, dal PNRR spinta alla realizzazione di opere strategiche infrastrutturali

Secondo alcuni dati elaborati dall’ufficio studi di PwC, ad oggi sono stati aperti 1.700 cantieri, con 20 infrastrutture strategiche in avanzato stato di costruzione, per un valore che sfiora i 60 miliardi di euro. Una opportunità per accorciare le distanze tra Italia e principali paesi europei in termini di trasporto e infrastrutture. Secondo le evidenze dell’ultimo rapporto “Sussidiarietà e… governo delle infrastrutture”, realizzato dalla Fondazione per la Sussidiarietà (FPS), a fine 2021 il valore delle infrastrutture di trasporto in Italia era di circa 487 miliardi di euro, contro i 717 della Francia e i 956 della Germania. Inoltre è emerso che: l'Italia destina alle infrastrutture di trasporto appena lo 0,9% del prodotto interno lordo (2020), quasi la metà rispetto ai maggiori partner europei come Francia (0,9%), Germania (0,8%) e Spagna (0,5%) in base ai più recenti dati disponibili (2021);  dal 2010 al 2019 l'Italia ha speso per la costruzione e manutenzione di infrastrutture di trasporto circa 96,4 miliardi di euro. Gli investimenti hanno superato i 227,8 miliardi di euro in Germania, 223,6 in Francia e 186 in Gran Bretagna. Solo la Spagna ha fatto meno con 90,4 miliardi di euro. Secondo il Rapporto, si impone una riflessione sugli strumenti per attuare il nuovo ambizioso piano.

La capacità di programmare sia le risorse temporali che finanziarie grazie a suite di software di manutenzione predittiva e un database che vanta oltre 40mila ponti equivalenti in Italia è il punto di forza di Franchetti SpA. Grazie a questa dotazione tecnologica Franchetti SpA, società quotata sul segmento Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, è già posizionata per cogliere al meglio le opportunità derivanti dal PNRR e supportare imprese, concessionarie pubbliche e player del settore infrastrutture e trasporti nel destinare le risorse finanziarie al fine di ammodernare reti viarie, ponti, viadotti e ferrovie. Franchetti S.p.A. è a capo del Gruppo Franchetti, pioniere nel campo della gestione, diagnostica e manutenzione predittiva delle infrastrutture, dei ponti e viadotti in particolare. Fondata nel 2013 ad Arzignano (VI) con controllate in Brasile e Canada, attività in USA ed India, Franchetti è una PMI innovativa che ha operato su oltre 40.000 ponti equivalenti autostradali e ferroviari in tutto il mondo. Il Gruppo vanta un curriculum tecnico e scientifico che lo colloca tra i maggiori esperti internazionali del settore. L’attività si articola in due principali linee di business: i servizi di diagnosi e terapia per la manutenzione delle infrastrutture con ispezioni e valutazioni, progettazione degli interventi e, direzione lavori e servizi ICT di programmazione predittiva della manutenzione delle infrastrutture. Franchetti ha infatti sviluppato due software proprietari che sfruttano le potenzialità dell’intelligenza artificiale e dell’analisi predittiva dei dati: Argan® che permette di stimare il ciclo di vita dell’infrastruttura e quindi ricava automaticamente l’andamento del livello di sicurezza nel tempo nei diversi scenari e contesti manutentivi e Pathwork© che consente una gestione ottimizzata delle cantierizzazioni stradali e autostradali delle infrastrutture e per una mobilità sostenibile. Con un organico di 70 professionisti, di cui oltre il 90% laureato in ingegneria, il Gruppo ha realizzato nel 1H2023 un Valore della Produzione pari a 2,9 milioni di euro, di cui 82% generato in Italia e il 18% in Brasile.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli