Giappone, annuncio a sorpresa di Suga: "Non mi ricandido a Premier"

- di: Redazione
 
Il primo ministro giapponese, Yoshihide Suga, ha oggi annunciato a sorpresa che non si candiderà alla guida del partito, nelle elezioni di fine mese, di fatto rinunciando a succedere a sé stesso come premier. L'annuncio, che ha spiazzato i vertici del partito di governo Ldp, è stato spiegato da Suga, ad un ristretto numero di dirigenti, con la volontà di concentrarsi sulla lotta alla nuova ondata di Covid-19 che sta investendo il Paese.

"Sarebbe stata necessaria un'enorme quantità di energia per affrontare la pandemia e condurre anche le attività della campagna presidenziale del partito", ha poi affermato Suga davanti ai giornalisti, non rispondendo alle loro domande. "Ho sentito che sarebbe stato impossibile fare entrambe le cose, quindi ho dovuto decidere su uno dei due".

Il mandato di Suga come presidente dell'Ldp scade il 30 settembre e il premier intende dimettersi da primo ministro dopo che il 29 settembre sarà stato scelto un nuovo capo del partito. L'annuncio di Suga, che ha colto di sorpresa il partito, ha dato il via alle manovre di chi vuole candidarsi a succedergli. Come Fumio Kishida, ex ministro degli Esteri, e Sanae Takaichi, ex ministro degli Interni. Il crollo dei consensi per il governo di Suga, dovuto in gran parte alla sua debole gestione della pandemia anche in coincidenza con la celebrazione delle Olimpiadi, ha innescato critiche tra i più giovani esponenti del partito, secondo i quali sarebbe stato impossibile vincere le elezioni per il rinnovo della Camera bassa - in programma in autunno - se il primo ministro fosse rimasto alla guida dell'esecutivo.

Oltre alle critiche legate alla gestione della pandemia, Suga ha proiettato su di sé l'immagine di un leader politico debole perché il partito, sotto la sua guida, ha continuato a perdere nelle elezioni parlamentari suppletive e in quelle - importantissime - dell'assemblea metropolitana di Tokyo. L'ultima goccia è stata la sconfitta del candidato, sostenuto personalmente da Suga, alle elezioni per il sindaco di Yokohama, svoltesi il 22 agosto. In un sondaggio dello scorso agosto, il governo Suga aveva un tasso di approvazione del 28 per cento, per la prima volta sotto il 30 per cento da quando Suga è diventato primo ministro nel settembre 2020.
Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie