Cresce il reddito delle famiglie, calano potere d'acquisto e risparmi

- di: Redazione
 
L'Istat ha pubblicato il report "I conti nazionali per settore istituzionali, anni 1995-2023": secondo i dati contenuti nell'analisi, lo scorso anno ha visto un aumento di 4,7 punti percentuali per quanto riguarda il reddito disponibile delle famiglie, ma una contestuale discesa del loro potere d'acquisto dello 0,5%.

Cresce il reddito delle famiglie, calano potere d'acquisto e risparmi

La spesa per i consumi finali è salita di 6,5 punti percentuali, mentre la propensione al risparmio delle famiglie è calata fino al 6,3% (dal 7,8% dell'anno precedente), il valore più basso da quando il dato viene calcolato, cioè il 1995.

Il report evidenzia che il tasso di investimento delle famiglie è leggermente calato, dal 9,2% del 2022 al 9%:, nel corso del 2023 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato del 4,7% (+5,7% nel 2022), pari ad un incremento di 58,7 miliardi di euro. La consistente crescita dei prezzi ha, tuttavia, determinato una contrazione dello 0,5% del loro potere d’acquisto, ossia il reddito disponibile espresso in termini reali, che ha seguito la flessione dell’1,8% registrata nel 2022. La dinamica più sostenuta della spesa per consumi finali delle famiglie (+6,5%, +74,6 miliardi di euro), rispetto al reddito disponibile, ha determinato un’ulteriore riduzione della quota di reddito destinata al risparmio.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli