Rilegno: 1.717.000 tonnellate di legno riciclato e 903.000 di imballaggi riutilizzati

- di: Barbara Leone
 
Sono 1.717.000 le tonnellate di legno raccolto e avviato a riciclo nel 2022 dal sistema Rilegno con una percentuale di riciclo degli imballaggi che si attesta al 62,74%, rispetto all’immesso al consumo, che ha superato i 3,4 milioni di tonnellate, e che è sempre più del doppio rispetto all’obiettivo fissato dall’Unione Europea al 30% entro il 2030. Sono questi i dati salienti dell’attività del Consorzio Rilegno presentati oggi a Bologna nel corso del convegno “Il richiamo della foresta. Summit italiano del legno sostenibile” in cui si è fatto il punto sulla filiera del legno in Italia, dalla produzione alla trasformazione al riciclo e a cui sono intervenuti importanti esponenti delle Istituzioni, delle Associazioni di categoria, imprenditori e studiosi. All’evento hanno partecipato, oltre al Presidente di Rilegno Nicola Semeraro, Valentino Valentini, Viceministro al Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Laura D’Aprile, Capo Dipartimento al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Alessandra Stefani, Direttore generale del Ministero dell’agricoltura, l’Europarlamentare Massimiliano Salini e l’ex Commissario Tecnico della Nazionale di calcio, Arrigo Sacchi, che ha sottolineato l’importanza del fare squadra anche nell’economia circolare.

Rilegno: 1.717.000 tonnellate di legno riciclato e 903.000 di imballaggi riutilizzati

A livello territoriale è sempre la Lombardia a primeggiare con 467mila tonnellate (il 27% del totale), seguita dal Piemonte con 144mila, dalla Campania con 137mila e dalla Toscana con 134mila. Oltre al riciclo che riguarda il legno a fine vita, Rilegno ha sviluppato in questi anni un’attività strategica indicata tra gli obiettivi del Decreto Ronchi, ossia la rigenerazione e il riutilizzo degli imballaggi in legno. Anche nel 2022 si sono superate le 900mila tonnellate di imballaggi reimmesse al consumo, con un’opera di prevenzione che riguarda circa 70 milioni di pallet.

“Recuperare, riutilizzare e riciclare sono le priorità che guidano il nostro Consorzio da oltre 25 anni e che hanno consentito di dare vita a un sistema di economia circolare che ha prodotto risultati importanti sia in termini ambientali, sia per la capacità di creare sviluppo e occupazione a beneficio della comunità e del sistema Italia - ha dichiarato Nicola Semeraro, Presidente di Rilegno -. I numeri parlano da soli: in questi 25 anni sono stai immessi al consumo 63 milioni di tonnellate di imballaggi in legno, indispensabili per garantire una logistica moderna e sostenibile, sono stati avviati a riciclo 34 milioni di tonnellate di legno e sono stati riutilizzati 10 milioni di tonnellate di imballaggi, pari a 800 milioni di pallet rigenerati e reimmessi al consumo.  In questi anni Rilegno ha garantito a tutto il sistema della raccolta, riutilizzo e riciclo un sostegno economico pari a 460 milioni di Euro. Possiamo affermare che il riutilizzo e il riciclo del legno in Italia sono ormai un’economia concreta e consolidata che rappresenta un’eccellenza a livello internazionale”, ha concluso Semeraro.

Rilegno garantisce in tutta Italia il riciclo e il recupero degli imballaggi di legno e gestisce la filiera che consente di recuperare e reimmetere in circolo questa materia prima naturale, preziosa e riciclabile all’infinito e che si basa su 1.971 consorziati, 378 piattaforme di raccolta capillarmente diffuse sul territorio e 15 impianti di riciclo. Una gestione efficiente del riciclo del legno che rappresenta non solo un impegno per un mondo sempre più sostenibile, ma anche una risorsa economica, dando vita a una vera economia circolare importante per il Paese. Infatti, il riciclo consente al legno di intraprendere un nuovo ciclo di vita, generando nuova materia e quindi nuovi prodotti. Il 95% del materiale legnoso riciclato viene utilizzato per la creazione di pannelli truciolari, linfa vitale per l’industria del mobile, e altri prodotti come pallet block, blocchi di legno cemento per l’edilizia, biofiltri, pasta di legno destinata alle cartiere e compost. Nel convegno di Bologna sono stati presentati anche i nuovi dati della ricerca realizzata dal Politecnico di Milano che misura gli impatti sociali, economici e ambientali delle filiere riciclo e rigenerazione gestite da Rilegno. Ebbene questo sistema genera oggi un impatto economico stimabile in circa 3,1 miliardi di Euro, oltre 10mila posti di lavoro e un “risparmio” nelle emissioni di CO2 pari a 1,8 milioni di tonnellate.
Notizie della stesso argomento
Trovati 17 record
Pagina
1
19/07/2024
Ponti, Relazione di impatto 2023: ridotte del 22% le emissioni di CO2
19/07/2024
Feralpi Group: SBTi approva obiettivi 2030 per la riduzione di emissioni di CO2
18/07/2024
DBA Group continua a consolidare le proprie pratiche di sostenibilità
18/07/2024
UN Global Compact Network Italia: come le imprese italiane implementano la sostenibilità n...
17/07/2024
Assonime: "Partenariato Pubblico-Privato driver per innovazione e sostenibilità"
17/07/2024
FederlegnoArredo presenta il secondo Bilancio di Sostenibilità
Trovati 17 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli