Usa: le aziende si preparano agli attacchi degli hacker russi

- di: Brian Green
 
È molto più che un semplice timore quello che Mosca, ancora impantanata, in Ucraina, in una guerra che forse sperava si risolvesse in pochi giorni, possa scatenare contro l'Occidente una serie di attacchi hacker. Come dimostrato da quanto accaduto a Ferrovie dello Stato, la cui rete informatica è stata violata.

Le aziende statunitensi temono attacchi hacker dalla Russia

Già il 18 marzo l'Fbi ha inviato alle imprese americane una comunicazione in cui si avvisava che hacker collegati a indirizzi Internet russi hanno scansionato le reti di cinque società energetiche statunitensi. Peraltro, esperti del settore hanno rilevato vulnerabilità "significative" nei sistemi statunitensi che gli hacker russi possono sfruttare. È già accaduto lo scorso anno quando sono stati violati i sistemi telematici dell'approvvigionamento idrico della Florida, di uno dei più grandi produttori di carne del mondo e interrotto l'erogazione di uno dei più grandi gasdotti americani per diversi giorni.

Davanti ad un nemico - da sempre si sospetta che la Russia si serva di pirati informatici per i suoi fini politici - molto pericoloso, le aziende americane sono state invitate dagli enti federali ad elevare il livello della loro protezione e di continuare a farlo anche quando il conflitto in Ucraina dovesse concludersi. Anzi, il pericolo di incursioni di hacker russi potrebbe aumentare nel tempo.
Una delle precauzioni minime per proteggere i sistemi informatici è quella di mantenere aggiornato il software per prevenire gli attacchi. L'adozione di patch di sicurezza, rendendo più difficile l'incursione, potrebbero indurre gli hacker a cambiare obiettivo pur di non ''perdere tempo'' a risolvere i sistemi di difesa adottati da una singola azienda.

Molte aziende statunitensi si stanno attrezzando con l'adozione di una autenticazione a più fattori, che integra le password con un metodo di accesso aggiuntivo (un codice numerato cui fare ricorso da un dispositivo diverso o una scansione delle impronte digitali). Ma questo non blinda da attacchi sofisticati, come quello di cui è stato vittima in gennaio Okta, uno dei servizi di sicurezza informatica, come confermato da un misterioso gruppo di hacker noto come Lapsus$, che ha pubblicato screenshot che rivendicavano l'accesso a un account amministrativo interno della società.

Diventa, quindi, importante per le aziende dotarsi di un piano di emergenza nel caso in cui vengano attaccate. Come, ad esempio, fare il backup di dati critici o sensibili, archiviandoli all'esterno del sistema.
Uno degli aspetti che stanno emergendo in questi ultimi tempi è quello che, avendo la consapevolezza di essere sempre esposti ad attacchi informatici (in particolare quelli ransomware, che possono provocare danni per milioni di dollari per ripristinare i sistemi), le aziende stanno optando sempre più per piani assicurativi aggiuntivi (peraltro abbastanza costosi) che possono aiutare a fronteggiare economicamente le conseguenze delle scorrerie degli hacker.
  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli