Masi Agricola, risultati preliminari 2021: ricavi +28,4% e record di vendite nel quarto trimestre

- di: Marco Tringali
 
Masi Agricola, azienda attiva nel business della produzione dei vini premium con sede a Sant'Ambrogio di Valpolicella, ha comunicato oggi i dati preliminari relativi al bilancio di esercizio del 2021, chiuso con ricavi in aumento del 28,4% rispetto al 2020. Il fatturato del 2021 si è attestato complessivamente a 66,4 milioni di euro contro i 51,7 milioni dell'esercizio precedente. In rilievo soprattutto i dati dell'ultimo trimestre del 2021 in cui è stato registrato un giro d'affari record con un incremento del 30% rispetto allo stesso periodo del 2020 e dell'8% rispetto all'ultimo trimestre del 2019. Come ha comunicato la stessa azienda, guidata da Sandro Boscaini (P e AD), si tratta del miglior quarto trimestre dalla quotazione all'Euronext Growth Milan, avvenuta nel 2015. Ammonta a 2,7 milioni l'indebitamento finanziario netto dell'azienda vitivinicola della Valpolicella, in netta contrazione rispetto ai 6,4 milioni di indebitamento rilevati nell'esercizio precedente.

Nel comunicato diffuso dal CdA di Masi Agricola, è stata fatta anche una analisi del 2021 e dell'andamento del mercato durante la fase pandemica. Le misure di contenimento imposte dai governi, hanno impattato in modo evidente anche sul comparto enologico. “Dopo una fase di lockdown avvenuta nel primo semestre – si legge nella nota ufficiale dell'azienda - nel terzo trimestre la c.d. ho.re.ca (canale distributivo prevalente per la Società) nei vari Paesi del mondo ha potuto tendenzialmente riaprire, pur non ricomprendendo l’intera popolazione di punti distributivi pre-Covid. In generale, le località turistiche hanno lavorato nel periodo estivo, pur se con ospiti provenienti da aree geografiche di prossimità, o comunque a distanza prevalentemente automobilistica. Le grandi città, collegate al turismo leisure o di business e/o al lavoro di ufficio di alto profilo, hanno sofferto ancora un drammatico calo di presenze”.

Indebitamento finanziario netto in riduzione

La quarta ondata pandemica ha impattato in modo consistente sulla stagione natalizia, contraendo i dati di vendita attesi. Anche la riduzione dei viaggi internazionali ha influenzato negativamente l'andamento del canale del Duty Free & Travel Retail, che storicamente rappresenta un segmento molto volumetrico per Masi Agricola.

Note positive invece per le vendite online che continuano a conseguire incrementi di robusta significatività percentuale, anche se questo segmento rappresenta ancora una risorsa di minor impatto sui bilanci aziendali.

Nella nota ufficiale, Masi Agricola ha evidenziato come, nonostante lo scenario pandemico, i dati consolidati si siano attestati su livelli soddisfacenti, registrando una importante crescita dei ricavi rispetto al 2020. Soprattutto in Italia, i ricavi dell'azienda sono aumentati del 51%, mentre gli altri Paesi europei hanno fatto registrare un incremento di vendita del 24%. Le Americhe aumentano del 15% mentre il Resto del Mondo fa segnare addirittura un +74%.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli