Msc compra Italo, maxi operazione da 4 miliardi

- di: Barbara Bizzarri
 
Il numero uno di Msc, Gianluigi Aponte (nella foto), allarga il suo impero con una nuova colossale acquisizione: il Gruppo Mediterranean Shipping Company, infatti, leader del mercato delle crociere, è prossimo a includere la compagnia ferroviaria privata italiana Italo, acquistandola dal fondo americano Gip, nel suo vasto impero, che comprende navi, terminal portuali, strutture logistiche, treni, aerei e camion, con sede a Ginevra, con una operazione che, stando alle indiscrezioni, sarà ufficializzata a breve. La valutazione complessiva della società Italo, che opera nel trasporto ferroviario ad alta velocità dei passeggeri, supera i 4 miliardi di euro: come scrive Forbes, circa il doppio di quanto spese Gip per acquisire l’impresa ferroviaria nel 2018. 

Nel dettaglio, Aponte rileverà il 100% di Italo. Il fondo americano Gip, già partner di Msc tramite Til, società gestore dei terminal portuali di Msc, sta cedendo la maggioranza delle quote: praticamente, tutti gli azionisti di Italo stanno vendendo le loro partecipazioni ad Aponte, tra cui Gip che detiene attualmente il 72,6%. Le quote restanti sono distribuite tra Allianz (11,5%), Infra Investors (7,6%), MoLagers (0,6%), e vari soci italiani, tra cui Luca Cordero di Montezemolo, Flavio Cattaneo, Giovanni Punzo, Isabella Seragnoli, Alberto Bombassei e Peninsula Capital. C'è l'ipotesi che il fondo statunitense possa riacquistare una quota intorno al 30% della compagnia ferroviaria, che controlla anche i servizi di autobus attraverso ItaloBus. Anche Allianz sembra essere interessata a mantenere la sua partecipazione, tuttavia, il gruppo di Aponte otterrà la maggioranza assoluta di Italo, possedendo almeno il 51% delle quote, in linea con l’obiettivo di ampliare le attività del Gruppo in altri settori oltre al mare.

Oggi, la realtà Msc comprende più di 100mila dipendenti e, secondo l’esperto di trasporti marittimi John McCown, nel 2022 ha registrato entrate per più di 28 miliardi di dollari: questa operazione permetterà a Msc di continuare i suoi investimenti nel settore logistico, non limitandosi al trasporto merci ma favorendo un’espansione anche nel trasporto passeggeri. Dopo il tentativo fallito di acquisire Alitalia, sembra che il Gruppo Msc sia pronto ad entrare nel settore ferroviario, con l'obiettivo di integrare il trasporto passeggeri con le attività della compagnia da crociera, che è in continua crescita a livello globale. La strategia di sviluppo non si limiterà soltanto all'Italia, ma seguirà le linee ferroviarie ad alta velocità promosse dall'Unione Europea in Spagna, Francia e Germania.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli