BPER Banca si propone come finanziatrice per il Green New Deal

- di: Barbara Bizzarri
 
BPER Banca aderisce alla Convenzione sottoscritta tra MIMIT, ABI e CDP per il provvedimento Green New Deal e si propone come banca finanziatrice per il Green New Deal italiano, confermando il proprio impegno sul tema della transizione ecologica e circolare, e a favore di tutte le imprese che intendono presentare domanda per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione destinati ad accelerare il percorso di transizione circolare ed ecologica.

BPER Banca si propone come finanziatrice per il Green New Deal

Il bando prevede 600 milioni di euro di finanziamenti agevolati e 150 milioni di euro di contributi a fondo perduto che potranno essere concessi rispettivamente da CDP e dal MIMIT.
La Banca Finanziatrice potrà erogare il finanziamento bancario associato a quello agevolato concesso da CDP. La misura è rivolta a imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca e prevede la concessione di contributi a sostegno delle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e di industrializzazione dei risultati della ricerca e sviluppo, coerenti con le finalità di innovazione e sostenibilità del Green New Deal italiano.

Davide Vellani
, Responsabile Direzione Imprese e Global Transaction di BPER Banca, ha affermato: “BPER Banca vuole ancora una volta confermare il suo impegno nella transizione verso un’economia più sostenibile e proporsi come Banca Finanziatrice per una misura importante per le imprese. Attraverso questa misura vogliamo dare un contributo concreto per chi voglia investire in ricerca, sviluppo, innovazione e sostenibilità. Questo a conferma della nostra vicinanza al tessuto produttivo italiano”.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli