Ey, al via il nuovo wavespace di Milano: un laboratorio di trasformazione immersiva per aziende, brand e leader aperto col supporto della Gen Z

- di: Barbara Leone
 
Il tasso di successo delle grandi trasformazioni aziendali raddoppia (anzi più: 2,6x) quando le persone vengono messe al centro di ogni decisione e sullo stesso livello della tecnologia e dei processi. È quanto emerge dallo studio Transformative Leadership, realizzato da Ey e Università di Oxford intervistando oltre 2000 persone tra senior leader, top manager e dipendenti di grandi aziende, operative in 23 Paesi del mondo. L’analisi è volta ad indagare come le aziende si relazionino alla trasformazione in un momento, come quello attuale, che richiede cambiamenti senza precedenti. Un contesto reso ancor più dinamico dall’impatto che la Gen Z, una generazione che vede e interagisce con il mondo in modo molto diverso rispetto alle precedenti, sta avendo su tutti gli aspetti della società, dalla cultura ai valori, fino ad arrivare ai consumi, costringendo le aziende a trasformare sé stesse e le proprie strategie industriali e di comunicazione.

Ey, al via il nuovo wavespace di Milano

Partendo da queste considerazioni, Ey Italia ha realizzato il nuovo Ey wavespace di Milano: un laboratorio di trasformazione immersiva di 800 mq nel cuore di Milano, realizzato con il supporto dell’ExperienceLab dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e dello studio Degw, brand del Gruppo Lombardini22. La struttura è concepita come un percorso dove decostruire le proprie certezze e accelerare la creazione di nuove strategie trasformative che, partendo dagli archetipi e avendo la tecnologia come abilitatore, prendano in analisi anche la visione della Gen Z. Il percorso, sviluppato da un team Ey di architetti, psicologi e consulenti, è associato concettualmente ai 4 elementi della natura (terra, aria, acqua e fuoco) che simboleggiano gli archetipi primordiali connessi alle persone ed è composto da 8 ambienti interconnessi, ciascuno caratterizzato da una propria identità architettonica e percettiva. Gli ambienti, alla cui messa in opera hanno partecipato anche le maestranze del Teatro alla Scala, generano un’attivazione da parte dell’utente che gli consente di mettere in discussione le proprie consapevolezze e progettare esperienze trasformative che supportino un’innovazione incentrata sulle persone.

“Siamo estremamente orgogliosi di aprire alla città di Milano e a tutte le aziende e istituzioni del Paese il nuovo Ey wavespace di Milano - sottolinea Massimo Antonelli, Ceo di Ey in Italia e Coo di Ey Europe West -. In un contesto di trasformazione accelerata e multipolare, dove le certezze sono sempre più liquide e le strategie devono cambiare a una velocità mai vista prima, vogliamo essere al fianco di aziende e leader, brand e persone, nel diventare architetti di una trasformazione profonda e sostenibile. Il nuovo wavespace si pone l’obiettivo di riconciliare gli archetipi naturali, sociali e human based con quelli economici e di business, integrando la prospettiva della Gen Z e l’enorme impatto che sta avendo su cultura, stili di vita e di consumo”.

“Ogni ambiente di Ey wavespace Milano - aggiunge Andrea D’Acunto, People Advisory Services leader di Ey in Italia - è studiato per fare in modo che spazi, tecnologie immersive, metodologie, modalità di lavoro e contenuti amplifichino l’esperienza di business transformation, non solo in termini di velocità ed efficacia, ma anche dal punto di vista cognitivo ed emotivo, potenziando il mindset e i valori necessari al successo della trasformazione. Ogni trasformazione, infatti, deve essere fatta guardando al futuro, inteso come tecnologia da scoprire e fare propria; come sostenibilità da concretizzare e rendere alleata; ma il futuro è fatto soprattutto di persone: lavoratori, consumatori e cittadini e che costituiscono la sfida più avvincente. L’Ey wavespace di Milano nasce per fornire ai propri utenti gli strumenti per prevedere e governare il futuro”. Strategia industriale e posizionamento di brand, futuro del lavoro e trasformazione digitale, nuovi modelli di consumo e sostenibilità saranno alcune delle attività di cui si occuperà l’Ey wavespace, dove un team multidisciplinare lavorerà al fianco di aziende e istituzioni. L’Ey wavespace fa parte di una rete di centri di sperimentazione specializzati in nuove tecnologie e interattivi, presenti in tutto il mondo (49 a livello globale) che condividono metodologia e piattaforme. A livello italiano, il nuovo Ey wavespace di Milano è nato rivoluzionando il concept lanciato nel 2018 e capitalizzando l’esperienza del wavespace di Roma, che dal 2020 ha ospitato oltre 300 clienti focalizzandosi sulle neuroscienze applicate, in collaborazione con la Sapienza.

Notizie della stesso argomento
Trovati 48 record
Pagina
1
21/06/2024
Italian Exhibition Group inaugura la prima edizione di Sigep Asia
21/06/2024
Materie prime, appello di Assofond: "Necessaria una filiera europea"
21/06/2024
Erion: oltre l’87% del consumo di risorse nell’UE dipende ancora da paesi terzi
21/06/2024
Fincantieri e Viking siglano accordi per due navi da crociera
20/06/2024
Turismo congressuale, Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE: nel 2023 cr...
20/06/2024
SIOS24 Summer: nei primi 6 mesi del 2024 cresce il numero dei finanziamenti in startup (+3...
Trovati 48 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli