Torna la fiducia per consumatori e imprese, Confcommercio e Confesercenti: "Segnali positivi"

- di: Daniele Minuti
 
Inversione di tendenza per gli indici di fiducia per imprese e consumatori a novembre, entrambi in salita: i dati Istat mostrano infatti che quello per le imprese continua nella sua crescita, da 104,7 a 106,4 mentre quella per i consumatori impenna fino a 98,1, di ben 8 punti su base mensile.

Torna la fiducia per consumatori e imprese, commento di Confcommercio e Confesercenti

Un dato dovuto dal miglioramento di clima economico e clima futuro, rispettivamente da 77,6 a 95,2 e da 88,8 a 102,8, con quelli personali e corrente che salgono anche se meno nettamente (da 94,3 a 99 e da 91 a 94,9).

L'Ufficio Studi Confcommercio ha voluto commentare questi dati positivi, che per le imprese sono diffusi in quasi tutti i settori: "Il miglioramento del clima di fiducia registrato a novembre dalle famiglie e dalle imprese rappresenta un importante segnale positivo per le capacità di tenuta del nostro sistema economico. Costituisce il presupposto per definire il volume delle spese del mese di dicembre, di gran lunga il più importante per i consumi. L’orientamento delle famiglie appare meno negativo sia sul versante dell’occupazione sia sull’andamento dei prezzi, a testimonianza dell’efficacia dei sostegni, fruiti soprattutto dalle fasce più deboli della popolazione, implicando una sensibile riduzione della disuguaglianza nella distribuzione dei redditi nell’anno 2022 (comunicato Istat del 23 novembre scorso). Segnali meno sfavorevoli rispetto al passato recente emergono anche dal versante imprenditoriale. Non si può escludere, pertanto, l’ennesima sorpresa positiva per l’ultimo quarto dell’anno in corso riguardo alle dinamiche delle principali grandezze macroeconomiche".

Gli fa eco la nota diffusa da Confesercenti: "Dopo quattro mesi consecutivi di calo, il clima di fiducia dei consumatori e delle imprese torna a salire. Finita la fase di incertezza che ha caratterizzato il periodo precedente, la formazione del nuovo governo ed i provvedimenti messi in campo dall’esecutivo hanno determinato una inversione di tendenza nel clima di fiducia per famiglie e imprese. La stabilità di governo rappresenta una importante componente per la fiducia, l’auspicio è che l’inversione di rotta possa tramutarsi in energia propulsiva per consumi ed investimenti per le imprese. Il Natale è alle porte e la eventuale conferma la si avrà a breve: turismo e commercio hanno aspettative positive per dicembre. L’andamento del Black Friday sembrerebbe andare nella direzione positiva, anche se i piccoli esercizi fisici esprimono un giudizio più problematico, con le promozioni anticipate di novembre e in un quadro ormai completamente deregolamentato, costretti a ridurre i margini per le offerte a causa di oneri e costi maggiori rispetto alle vendite online".

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli