FTX: Bankman-Fried lo gestiva come ''feudo personale''

- di: Redazione
 
La prima udienza davanti ad un tribunale di un procedimento che ha al centro lo scambiatore di valute FTX, tecnicamente in bancarotta, ha dato una immagine del fondatore, Sam Bankman-Fried, come quella di un monarca che gestiva la struttura finanziaria come fosse un suo "feudo personale".

FTX: Bankman-Fried lo gestiva come ''feudo personale''

Tanto che, secondo il tribunale del Delaware che si occupa della vicenda, una delle unità della società ha speso 300 milioni di dollari in proprietà immobiliari alle Bahamas in uso ai suoi dirigenti. L'udienza è stata la prima da quando, all'inizio di novembre, FTX - che ha chiesto la protezione del 'capitolo 11' della normativa che regola i fallimenti - ha dichiarato l'insolvenza.

Una "quantità sostanziale" dei beni di FTX Group "è stata rubata o è scomparsa", ha detto al giudice John Dorsey James Bromley, co-responsabile della pratica di ristrutturazione presso lo studio legale Sullivan & Cromwell. Bromley è andato oltre dicendo che "FTX era sotto il controllo di individui inesperti e non sofisticati, e alcuni o tutti erano individui compromessi".
Quanto emerso nel corso dell'udienza è la conferma di un servizio della Reuters, che ha appurato che Bankman-Fried, i suoi genitori e alti dirigenti dello scambiatore di criptovalute hanno acquistato almeno 19 proprietà per un valore di quasi 121 milioni di dollari alle Bahamas negli ultimi due anni. Un dato emerso anche dai registri ufficiali della proprietà nelle isole.

Secondo i documenti del tribunale, i 50 maggiori clienti della piattaforma di criptovaluta fallita sono in debito di quasi 3,1 miliardi di dollari dopo il suo improvviso crollo. Alla corte è stato detto che circa un terzo dei clienti di FTX avevano sede in gran parte offshore nelle Isole Cayman e Vergini. Il giudice Dorsey ha accettato di coprire con omissis i nomi dei clienti con fondi congelati in borsa per ora, ma ha detto che avrebbe rivisto la decisione.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli