Germania: il governo corre in soccorso di Siemens Energy

- di: Redazione
 
Il governo tedesco sta mettendo sul tavolo 7,5 miliardi di euro in contanti per il salvataggio del produttore di turbine eoliche Siemens Energy, società strategica per la transizione energetica del Paese.
La somma - secondo una nota del Ministero tedesco per gli Affari economici e la Protezione del clima - fa parte di un pacchetto di garanzie da 15 miliardi di euro, con il resto fornito da banche private e altre parti interessate.

Germania: il governo corre in soccorso di Siemens Energy

Il pacchetto è subordinato alla sospensione da parte di Siemens Energy dei pagamenti dei dividendi agli azionisti e dei bonus ai membri del consiglio di amministrazione della società. Il governo, comunque, fornirà la propria garanzia solo se tutte le altre parti interessate onoreranno i propri impegni.

Il piano di salvataggio sottolinea le difficoltà finanziarie che devono affrontare i Paesi che stanno cercando di affrancarsi dalla dipendenza dai combustibili fossili, così come l’importanza che Berlino attribuisce a Siemens Energy nel processo di transizione. Siemens, produttore tedesco di elettronica, detiene una quota di maggioranza del 32% nel produttore di turbine eoliche, suo spin-off.

L’azienda, che ha registrato un fatturato di circa 29 miliardi di euro nel suo ultimo anno fiscale, produce anche turbine ed elettrolizzatori alimentati a gas per la produzione di energia da idrogeno, oltre a una serie di altri prodotti. Le sue tecnologie sono alla base di circa un sesto dell’elettricità generata a livello globale e impiega 94.000 persone in più di 90 Paesi. Secondo il ministero, ha bisogno di garanzie finanziarie per soddisfare il suo portafoglio di ordini da 110 miliardi di euro.
L'azienda, che si occupa sia di energia convenzionale che rinnovabile, quest’anno ha dovuto affrontare una serie di problemi nella produzione di alcuni dei suoi modelli di turbine eoliche e ad agosto ha dichiarato che prevedeva di registrare una perdita di 4,5 miliardi di euro (4,9 miliardi di dollari). per l’anno finanziario in corso.
Le azioni della società sono crollate di quasi il 40% alla fine del mese scorso, dopo che la società aveva annunciato di essere alla ricerca di un piano di salvataggio governativo.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli