Grifal Group: ricavi a +51% nel primo semestre 2022

- di: Daniele Minuti
 
Il Consiglio di Amministrazione di Grifal ha approvato la relazione finanziaria semestrale del gruppo al 30 giugno 2022 e nel periodo analizzato, il Gruppo ha registrato una crescita importante cavalcando l'aumento di domanda per prodotti che fornisce.

Il Cda di Grifal ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata del Gruppo al 30 Giugno 2022

I Ricavi sono saliti a 18,56 milioni di euro (oltre 6 milioni di e uro in più rispetto a quelli registrati nello stesso periodo dello scorso anno), mentre il Valore della Produzione si atteta a 20,67 milioni di euro (dai 14,56 del giugno 2021.

Sale anche l'EBITDA, arrivato a 1,94 milioni di euro, a fronte dei 1,29 milioni di euro registrati nel giugno del 2021, mentre l'EBIT raggiunge quota 498.168 euro, contro il valore negativo per 28.363 euro registrato un anno fa. Il tutto per un risultato netto positivo per 121.202 euro (forte crescita rispetto ai -184.486 al 30 Giugno 2021) e una Posizione finanziaria netta negativa (indebitamento netto) per 17,96 milioni di euro ( a fronte di 12,23 milioni di euro del semestre precedente). Il patrimonio netto è quindi pari a 17,09 milioni di euro, in lieve crescita rispetto alla fine del semestre precedente.

Fabio Gritti
, Presidente e Amministratore Delegato di Grifal (nella foto), ha così commentato: "La domanda di prodotti ecocompatibili come i nostri cArtù e cushionPaperTM è cresciuta sensibilmente, come atteso, anche in questi mesi. Nonostante i problemi complessi derivanti dalla situazione politica internazionale, prevediamo una crescita significativa anche nel secondo semestre. A differenza della produzione del cartone ondulato tradizionale, che utilizza vapore e piani di asciugatura a forte consumo energetico, la produzione di cArtù® richiede una quantità di energia trascurabile che, anche ai prezzi attuali, impatta sui conti aziendali solamente per circa il 2% del fatturato. I conti hanno comunque risentito dell’aumento continuo dei costi delle materie prime, mentre i prezzi di vendita hanno scontano un effetto di trascinamento. Nel corso dell’anno, abbiamo incrementato significativamente la capacità di trasformazione con l’avviamento di due linee di fustellatura rotativa per cArtù® una a Cologno al Serio e la seconda a Timisoara. L’assenza di precipitazioni ci ha consentito di accelerare la realizzazione dell’ampliamento della sede di Cologno al Serio che entrerà in funzione nel primo semestre del prossimo anno. Prevediamo di concretizzare nei prossimi mesi il lancio di almeno una partnership di produzione all’estero e di dare il via all’ampliamento dell’area di produzione macchine. Per quanto riguarda gli ordinativi segnaliamo che alla fine di agosto rappresentavano già il 95% dei ricavi registrati dal Gruppo nell’intero esercizio 2021".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli