Italian Wine Brands chiude il primo semestre 2022 con ricavi in crescita dell'80,5%

- di: Daniele Minuti
 
Italian Wine Brands archivia il primo semestre dell'anno e i risultati contenuti nella relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2022, esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione, ne confermano la solidità in un periodo di difficoltà generale.

Il Cda di Italian Wine Brands ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022

I Ricavi delle vendite del gruppo si attestano a 179,6 milioni di euro, in crescita dell'80,5% su base annuale, mentre il Margine Operativo Lordo Restated arriva a quota 14,3 milioni di euro, salendo di 20,8 punti percentuali dallo stesso periodo del 2021. Il risultato netto di periodo Restated si attesta a 4,2 milioni di euro, scendendo di 35,4 punti percentuali, per un risultato netto di periodo a 3,9 milioni di euro (sceso quindi del 38,1%). Numeri che vanno a portare l'indebitamento finanziario netto a 144,12 milioni di euro per effetto dell'IFRS 16.

Alessandro Mutinelli
, Presidente e AD di Italian Wine Brands (nella foto), ha commentato: "Il Gruppo ha affrontato in modo compatto, determinato, lucido e flessibile questa fase di scarsità di materiali e di incremento dei costi. Anche in periodi recenti, come ad esempio nel 2018, abbiamo vissuto pressioni inflazionistiche, che nel breve termine avevano penalizzato i risultati economici. Oggi, come allora, abbiamo cercato di preservare l’asset più importante che ha il Gruppo: i clienti e la presenza dei nostri prodotti sui mercati, veri driver della crescita futura. Non abbiamo smesso di investire: nello sviluppo della struttura commerciale e di marketing, vogliamo più clienti, raggiungere mercati nuovi e posizionare in maniera sempre più granulare i nostri brands. Stiamo investendo per razionalizzare la nostra capacità produttiva, al fine di ridurre i costi di produzione, negli impianti fotovoltaici, per renderci sempre più indipendenti e più rispettosi dell’ambiente. Nello sviluppo della nostra squadra che, assieme ai clienti, rappresenta il patrimonio più grande di questo Gruppo. In un anno abbiamo raddoppiato le nostre dimensioni, accogliendo al nostro interno Enoitalia ed Enovation Brands e, con soddisfazione, posso affermare che l’integrazione sta procedendo come auspicato, apportando sinergie commerciali e produttive, proiettando questo Gruppo verso nuovi ambiziosi obiettivi". 
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli