Addio a Olivia Newton John, stella che illuminò la nostra giovinezza

- di: Barbara Bizzarri
 
Volevamo tutte essere come Sandy, soprattutto con quei pantaloni aderentissimi e impossibili per chiunque e che sanciscono la sua trasformazione da good girl a tipa un po’ più sveglia almeno nel trucco e parrucco, anche se una mia compagna di scuola allora mi disse con aria serissima che così mica andava bene, che aveva sbagliato a cambiare se stessa per amore del più bello della scuola, ma no che dici, era reciproco, hai visto lui col giacchettino della Rydell High School al posto del chiodo? Quando uscì Grease avevo nove anni ed ero estasiata dai balli e dalle musiche, ricordo ancora il negozio di dischi sotto casa a Monteverde dove mi precipitai a comprare il primo vinile della mia vita (il secondo mi pare fosse My Sharona: che bella gioventù).
Sembra ieri, eppure il disselciamento della nostra adolescenza prosegue e ne strabiliamo, perché non ne possiamo più di questa vita volgare che ci ricorda la mannaia sospesa sulla nostra testa del tempo prossimo e che non è andata come pensavamo dovesse andare: una Pink Lady ad honorem a 73 anni ha appena iniziato a divertirsi. Invece, Olivia Newton John, che è stata da allora e per tutti sempre Sandy, immortalata in un ruolo che poi l’ha fagocitata, è andata via dopo aver passato gli ultimi trent’anni a combattere contro un cancro al seno che sembrava guarito per ripresentarsi dopo qualche anno con più virulenza di prima. 

È morta Olivia Newton John

Non aveva avuto la possibilità di affrancarsi dal ruolo che l’aveva resa famosa, nonostante gli oltre cento milioni di dischi venduti, i tour, altri film.
Lei era sempre la biondina perbene dai grandi occhi azzurri che racconta alle ragazze della nuova scuola la sua estate di notti romantiche. Grease è la storia trasposta in musical dell’eterno ritorno dei punti fissi della vita di ognuno: la prima cotta, l’amica rosicona che ti prende di mira intonando Look at me I’m Sandra Dee per distrarsi dalle sue sfighe, il ragazzo dei tuoi sogni che, tolti i panni del supereroe per conquistarti, fa il gradasso con gli amici: dicci, dicci di più. Olivia Newton John è morta ma è la nostra giovinezza che piangiamo, chiedendoci dove fosse la festa infinita che Grease ci aveva promesso, in cui Sandy ha continuato a ballare all’infinito fra la ruota panoramica e lo shake shack. La vita fuori dallo schermo, alla fine, presenta sempre il conto.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli