Federalberghi: "A Pasqua possibili spostamenti all'estero ma non fra Regioni, è incomprensibile"

- di: Daniele Minuti
 
A pochi giorni dall'inizio del periodo di Pasqua, l'intero paese continua a essere una contraddizione vivente per via delle tante misure restrittive imposte dal Governo che si differenziano da Regione a Regione a causa delle diverse situazioni epidemiologiche.

E uno dei casi che in questo periodo sta facendo discutere di più è quello sollevato da Repubblica, che ha mostrato come l'ultimo Dpcm introdotto all'inizio di marzo permetta ai cittadini italiani viaggi per turismo verso l'estero nonostante lo spostamento fra Regioni non sia permesso per lo stesso motivo.

Un provvedimento che sa di beffa per l'intera filiera italiana che dall'inizio dell'emergenza sanitaria di poco più di un anno fa è letteralmente in ginocchio, con la surreale aggiunta che sarà consentito muoversi verso un'altra regione se si deve raggiungere un aeroporto o un porto da cui imbarcarsi per il viaggio all'estero.

Proprio su questo sono arrivate le parole di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi: "Da mesi gli hotel e l'intero sistema dell'ospitalità italiana sono fermi per via del divieto di spostarsi fra Regioni e ora non capiamo come sia possibile autorizzare viaggi all'estero impedendo quelli in Italia: se è vero che le persone vaccinate o con un tampone negativo sono a basso rischio contagio, questa logica va applicata anche per gli spostamenti interni in modo da dare la possibilità di frequentare terme, riunioni, fiere o impianti di risalita".
La richiesta di Federalberghi è quindi quella di emanare un provvedimento che dia la chance ai cittadini che hanno una certificazione che provi l'avvenuta vaccinazione (o un tampone negativo/prova di guarigione dalla malattia) di potersi muovere per il paese.


A Bocca ha fatto eco anche Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera: "Nei giorni di Pasqua sarà possibile viaggiare fuori dall'Italia ma non fra Regioni, è paradossale che l'intero sistema turistico del nostro paese sia fermo mentre gli italiani possano andare all'estero e trascorrere le vacanze altrove. Chi è vaccinato o è a basso rischio di contagio deve avere la possibilità di frequentare le bellissime località del nostro paese anche per far ripartire le imprese della filiera turistica e della ristorazione che rispettano le regole anti-Coronavirus: il Governo deve revocare il blocco dei confini regionali come chiesto da Federalberghi e Fratelli d'Italia sarà portavoce di questa proposta in Parlamento".

Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie