I Premi Leonardo 2023 celebrano le eccellenze Made in Italy

 
NELLA FOTO: LUISA TODINI (PRESIDENTE DEL COMITATO LEONARDO), MATTEO ZOPPAS (PRESIDENTE AGENZIA ICE), BARBARA BELTRAME GIACOMELLO (VICEPRESIDENTE CONFINDUSTRIA) E ADOLFO URSO (MINISTRO DELLE IMPRESE E DEL MADE IN ITALY)

La cerimonia di consegna dei Premi Leonardo 2023, tenuta tenuto presso la Sala della Regina a Palazzo Montecitorio, è stata l'occasione per celebrare le eccellenze del nostro Paese e il ruolo che le aziende nostrane hanno come ambasciatrici dell'immagine nel mondo dello stivale.

I Premi Leonardo 2023 celebrano le eccellenze Made in Italy

Luisa Todini, Presidente dal 2008 del Comitato Leonardo, ha commentato: “Quest’anno celebriamo i 30 anni della costituzione del Comitato Leonardo, nato nel 1993 su idea di Gianni Agnelli e Sergio Pininfarina e fondato con ICE e Confindustria. Dalle 28 firme iniziali dell’atto costitutivo siamo arrivati alle 160 personalità associate oggi, di cui 110 aziende con un fatturato complessivo di 410 miliardi di euro, il 30% del PIL italiano, e una quota di export media del 55%. 27 sono stati gli imprenditori italiani premiati, 19 gli imprenditori internazionali, 99 le aziende; inoltre abbiamo conferito 8 Premi speciali e 160 borse di studio a giovani eccellenti scelti e promossi direttamente dagli imprenditori. Sono lieta di passare il testimone a Sergio Dompé, il primo Presidente nel settore farmaceutico e della ricerca scientifica. Made in Italy è ormai sinonimo del brand che ingloba le molteplici anime della nostra imprenditoria indicando qualità ed eccellenza in tutti i comparti produttivi, dalla moda al design, alle infrastrutture, al green, alle biotecnologie. Il nostro sodalizio ha certificato e consolidato in questi decenni la capacità di creare, potenziare e rappresentare quella genia leonardesca inimitabile che è nel DNA del nostro Paese e dei nostri imprenditori. Quest’anno conferiamo un Premio Speciale al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, esempio di solidarietà e competenze nazionali ed internazionali che con grande professionalità e coraggio interviene nelle situazioni di gravi emergenze, dando un contributo fondamentale alla filiera produttiva che si rialza e riparte”.

Sergio Dompé, nuovo Presidente del comitato, ha dichiarato: “Raccogliere il testimone della presidenza di Luisa Todini è una responsabilità importante. Leonardo Da Vinci diceva che gli occhi sono la finestra dell’anima perché solo vedendo una cosa la si può conoscere appieno. In questo senso vorrei interpretare il mio mandato come un servizio a dare visibilità a quelle imprese italiane, e sono molte, che negli ultimi anni hanno dato prova di una resilienza e di una capacità di innovare grazie a competenze nella tecnologia, nella ricerca e nel design, creando eccellenze anche in settori non scontati per l’Italia”.

Matteo Zoppas, Presidente di ICE, ha aggiunto: Una continua ricerca dell’eccellenza, la valorizzazione delle tradizioni non solo artigianali e industriali, la capacità di anticipare le tendenze e posizionarsi sul mercato, sacrificio, lavoro sistemico e grande creatività: questi sono solo alcuni dei fattori distintivi che rendono il Made in Italy e chi lo produce un patrimonio fondamentale per il nostro Paese, un DNA riconosciuto a livello internazionale, portato in tutto il mondo dai nostri imprenditoriÈ un grande orgoglio per ICE poter premiare oggi, insieme al Comitato Leonardo, delle figure che si sono distinte per il loro impegno nella promozione dell’Italia all’estero, portavoce di un tessuto imprenditoriale che, soprattutto negli ultimi anni con le evidenti difficoltà legate a pandemia e conflitti, ha dimostrato resilienza e una capacità di adattamento straordinari.
Ringrazio Luisa Todini per l’eccezionale lavoro svolto e sono certo che le riconosciute capacità del neoeletto Presidente Sergio Dompé sapranno fare sintesi e interpretare al meglio quella che è l’anima e la mission del Comitato Leonardo. Questo rappresenta infatti un grande strumento di 
rappresentanza e di rafforzamento del Made in Italy e del suo valore intrinseco, capace di creare un circolo virtuoso in grado di alimentare la voglia di fare impresa”.

Barbara Beltrame Giacomello, Vice Presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria, ha sottolineato: “L’export è una componente fondamentale del nostro PIL, di cui rappresenta circa il 30%. E il suo asset strategico è il Made in Italy, un marchio che rappresenta da sempre cultura, arte, storia. Ma anche innovazione e tecnologia. Le nostre produzioni si distinguono per la qualità, l’attenzione al dettaglio e la selezione accurata delle materie prime, caratteristiche che permettono all’industria italiana di affermarsi sui mercati globali. Con il 99% degli oltre 5.000 prodotti esportati, l’Italia è leader nella diversificazione delle esportazioni. Ma non basta: nonostante questo successo, c’è ancora un enorme potenziale inespresso nei beni di alta qualità, con un valore stimato di 96 miliardi di euro. Espandere l’accesso delle nostre produzioni ai mercati internazionali diventa pertanto una necessità per garantire la sopravvivenza di migliaia di imprese”.

Antonio Tajani, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha detto: “Le figure imprenditoriali che premiamo quest’anno forniscono un contributo particolarmente significativo alla promozione del Made in Italy nel mondo, in tutti i settori del tessuto produttivo italiano: sport, turismo di lusso, beni di consumo, nautica, oggettistica di arredamento, abbigliamento e servizi. I premiati di oggi hanno dimostrato di essere capaci di proporre soluzioni innovative ispirate a sostenibilità, digitalizzazione e creatività”.

Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha spiegato: “Gli imprenditori che oggi ricevono il premio Leonardo rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo. Con il loro contributo straordinario, fatto di competenza, creatività e dedizione, hanno reso possibile la diffusione e la valorizzazione del Made in Italy oltre i confini nazionali, incarnando la qualità e l’innovazione che caratterizzano il nostro Paese. Questa iniziativa dà voce a tante realtà produttive che quotidianamente si impegnano per regalare all’Italia, a livello internazionale, un ineguagliabile fascino nei prodotti, nei servizi e nel modo di vivere. Come governo stiamo lavorando per promuovere queste eccellenze, con misure come il DDL Made in Italy e l’istituzione della “Giornata nazionale del Made in Italy”, valorizzando ancora di più le nostre produzioni, le bellezze storico-artistiche e le radici culturali della nostra Nazione”.

Il Premio Leonardo 2023 è stato conferito a Stefano Domenicali, Presidente e CEO di Formula 1, per aver raggiunto con la sua gestione traguardi significativi che hanno contribuito all’affermazione dell’eccellenza Made in Italy a livello internazionale.

I Premi Leonardo Qualità Italia 2023, che premiano qualità, innovazione e vocazione all’export, sono stati assegnati a 4 eccellenze made in Italy di diversi settori industriali: Ariston Group, SanlorenzoVenini e Triumph Group International.

Il Premio Leonardo International 2023 è stato conferito a Sir Rocco Forte, Presidente Rocco Forte Hotels, mentre il Premio Leonardo Impresa Storica, assegnato a E. Marinella (AD Maurizio Marinella).

Anche quest’anno il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MIMIT e l’Agenzia ICE, ha assegnato il Premio Leonardo Start Up ad una realtà ad alto tasso di innovazione: Kineton, fondata a Napoli nel marzo 2017 come Startup innovativa da un gruppo di dieci professionisti specializzati nel campo dell’automazione e sviluppo software e oggi PMI che offre servizi di ingegneria
all’avanguardia.

Un Premio Speciale è stato assegnato al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, come riconoscimento alla grandissima professionalità e dedizione nell’intervenire in situazioni di gravi emergenze, mettendo le proprie competenze, il proprio coraggio e l’amore per il prossimo a servizio delle popolazioni colpite. Il Premio è stato ritirato dal Prefetto Renato Franceschelli, nuovo capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco.
Come ogni anno, la Cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare 11 Premi di Laurea,
iniziativa che da oltre 20 anni premia le migliori tesi sull’eccellenza del Made in Italy. Il progetto del Comitato Leonardo, grazie al supporto delle aziende associate, ha permesso negli anni di offrire un sostegno concreto a oltre 160 giovani neolaureati provenienti da istituti di tutta Italia, contribuendo a rendere più diretto il passaggio tra Università e mondo del lavoro.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli