Singapore e Zurigo in vetta alla classifica delle città più costose in cui vivere

- di: Redazione
 
Singapore e Zurigo sono le due città al mondo più costose in cui vivere. Lo sostiene l’Economist Intelligence Unit, sulla base di una indagine biennale condotta, dal 14 agosto all'11 settembre, confrontando i prezzi di più di 200 prodotti e servizi in 173 città. E' la nona volta in undici anni che Singapore è in cima alla lista, mentre Zurigo è balzata in vetta alla classifica dal sesto posto lo scorso anno .
New York, che l’anno scorso condivideva il primo posto con la città-Stato del sud-est asiatico, è scesa al terzo posto, condividendolo con Ginevra.
L'Economist Intelligence Unit ha affermato che Singapore si è classificata al primo posto a causa degli alti costi di generi alimentari, alcol, vestiti e quelli legati al possesso di un veicolo privato. Una valuta forte e prezzi elevati per articoli per la casa e attività ricreative hanno portato Zurigo al primo posto.

Singapore e Zurigo in vetta alla classifica delle città più costose in cui vivere

Allo stesso modo di Hong Kong, che si è classificata al quinto posto, Singapore è una piccola città-Stato che ha un centro finanziario di successo.
L’EIU ha evidenziato che molte città continuano a soccombere all’aumento dei prezzi a causa dell’elevata inflazione, con prezzi in aumento del 7,4% su base annua in termini di valuta locale per oltre 200 beni e servizi di uso frequente.

Sebbene questo sia inferiore di 0,7 punti percentuali rispetto al tasso dell’anno scorso, rimane comunque superiore alla tendenza dal 2017 al 2021.
L’inflazione in Asia è relativamente più bassa che nel resto del mondo, il che spiega perché solo due città asiatiche si sono piazzate nella top 10. L’EIU ha affermato di aspettarsi che l’inflazione continui a decelerare il prossimo anno, ma ha avvertito che qualsiasi ulteriore escalation nella guerra tra Israele e Hamas potrebbe far salire i prezzi dell’energia e che le condizioni di El Niño più forti del previsto potrebbero spingere i prezzi dei prodotti alimentari ancora più in alto.

Tra le città più in declino nella lista EIU figurano le città cinesi e giapponesi, trascinate giù dall’indebolimento dello yuan cinese e dello yen giapponese.
Le città cinesi Nanchino, Wuxi, Dalian e Pechino hanno tutte perso più di 25 posizioni, mentre Tokyo e Osaka in Giappone sono crollate rispettivamente di 23 e 27 posizioni.
Anche Tel Aviv, Israele, si è classificata tra le prime 10, ma l’EIU ha osservato che il sondaggio è stato condotto prima che scoppiasse la guerra tra Israele e Hamas.

Questo l'elenco delle città più costose:
1. Singapore, Zurigo
3. Ginevra — New York
5. Hong Kong
6. Los Angeles
7. Parigi
8. Copenhagen, Tel Aviv
10. San Francisco

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli