Vittoria Assicurazioni, FIR e Fondazione Specchio dei Tempi presentano il progetto "Vittoria For Women – The Numbers of Prevention"

- di: Redazione
 

Vittoria Assicurazioni ha presentato il progetto denominato "Vittoria For Women – The Numbers of Prevention" e realizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby e la Fondazione Specchio dei tempi. Un'iniziativa a supporto della prevenzione delle malattie oncologiche femminili che vedrà la partecipazione delle giocatrici della Nazionale femminile di Rugby, che indosseranno nel pre-partita della sfida contro la Scozia una maglia speciale.

Vittoria Assicurazioni presenta "Vittoria For Women – The Numbers of Prevention"

La divisa punta a sensibilizzare il pubblico sul tema delle malattia, col claim "I numeri delle Azzurre, per i numeri della prevenzione": a ogni numero di maglia è stato associato un dato ufficiale per ricordare l'importanza della prevenzione.

Dalle ore 15:00 fino alla conclusione del match, fuori dallo stadio Sergio Lanfranchi di Parma sarà presente anche il VittoriaBus dove ci si potrà sottoporre a visite senologiche gratuite.

Matteo Campaner, Direttore Generale di Vittoria Assicurazioni, ha dichiarato: "Per guardare al futuro la prevenzione gioca un ruolo cruciale. Proteggersi prima che si verifichi un evento è, infatti, fondamentale se non si vuole rischiare di essere sopraffatti e – in alcuni casi vinti – da forze maggiori. Ecco perché non smetteremo mai come Compagnia di smuovere le coscienze e rendere sia le donne che gli uomini più consapevoli e informati affinché possano prendere decisioni positive non solo per se stessi, ma anche per tutte le persone che stanno loro accanto".

Luciano Chillemi, Responsabile Comunicazione Istituzionale e Customer Care di Vittoria Assicurazioni, ha aggiunto: "Il messaggio che vogliamo trasmettere attraverso il Vittoria for Women - The Numbers of Prevention è il valore inestimabile della prevenzione, prioritaria in qualsiasi periodo dell’anno. Vogliamo testimoniare con evidenze reali e positive come essere tempestivi nella diagnosi e, quindi, nella cura, può realmente salvare una vita".

Marzio Innocenti, Presidente della FIR, ha spiegato: "Con Vittoria Assicurazioni e con i suoi vertici il rapporto va, da tempo, ben oltre la semplice partnership sportiva e commerciale. Abbiamo trovato dei compagni di strada preziosi, che condividono con noi il modo di intendere lo sport dentro e fuori dal campo. Per FIR l’impegno concreto nel mondo che ci circonda è fondamentale per assolvere al compito di influenzare positivamente la società. Come Presidente FIR sono orgoglioso che la nostra Nazionale Femminile, un fiore all’occhiello del rugby italiano, possa contribuire a sensibilizzare sempre più donne all’importanza della prevenzione oncologica. Come medico con oltre quarant’anni di esperienza, sono riconoscente a Vittoria Assicurazioni e alle nostre Azzurre per aver fatto squadra nel divulgare un messaggio tanto importante". 

Angelo Conti, Vice President Operations della Fondazione Specchio dei tempi, ha commentato: "I numeri sono sempre importanti. Dicono la verità. E i numeri della prevenzione che spiccano sulle maglie delle giocatrici consentono di avere chiara l’efficacia di un’azione sul territorio. L’offrire la prevenzione, quasi porta a porta, annulla l’ostacolo della distanza fra la gente e la sanità. E sopperisce, in numerose regioni italiane, a reti di prevenzione che hanno una capillarità molto relativa, comunque insufficiente. L’esperienza ci dice che queste azioni salvano realmente vite. L’anno scorso sono state alcune decine le donne avviate prontamente alle cure dopo i controlli dei ginecologi sui nostri ambulatori mobili. Quest’anno siamo pronti a continuare così, pronti a salvare altre decine di vite".

Elisa Giordano, Capitana della Nazionale Italiana Femminile di Rugby, ha concluso: "Sono molto felice che il nostro main sponsor sostenga le donne con una campagna così importante. La prevenzione riguarda tutte noi ed è bene accendere una luce su una questione che spesso viene sottovalutata, ma che, solo grazie all’aumento della consapevolezza, può salvare vite e ridurre l’incidenza del cancro nella società. Per questo vestiremo nel riscaldamento la maglia con i numeri della prevenzione, perché siamo convinte che portare sul terreno di gioco un messaggio così importante possa essere un vero e proprio invito a prendersi cura di se stessi. Infine, vorrei rivolgere un invito a tutte le persone che verranno a seguirci sabato al Lanfranchi: prendetevi 10 minuti e approfittate della presenza del VittoriaBus. Una visita senologica può salvarvi la vita. Noi dal canto nostro ce la metteremo tutta per condividere questo messaggio e per diffondere la cultura della cura di sé in campo e fuori".

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli