Banca Popolare di Sondrio: utile e margine in crescita nel primo semestre

- di: Daniele Minuti
 
Banca Popolare di Sondrio cresce ancora: il Consiglio di amministrazione dell'istituto ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022 e i dati per il semestre sono decisamente positivi.

Il Cda della Banca Popolare di Sondrio ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022

Il risultato netto di periodo è positivo per 105,1 milioni di euro, a dimostrazione della crescita dei proventi dell'attività bancaria (a 504,6 milioni di euro, +16% su base annuale con margine di interesse a +21,3% e +7,9%).

I ratios patrimoniali restano su livelli alti: il CET1 Ratio e il Tier1 Ratio si posizionano al 15,2%, mentre il Total Capital ratio è al 17,9%. In versione fully loaded i coefficienti ammontano invece a 15,1% e a 17,8%; Le nuove erogazioni di prestiti fra famiglie e imprese superano i 3,1 miliardi di euro, crescendo dagli oltre 2,5 miliardi dello scorso anno. L'importo di crediti fiscali acquistati sale oltre i 1.300 milioni di euro, mentre cala l'incidenza di crediti deteriorati lordi (NPL ratio a 5,2%, in callo dello 0,6%)

I tassi di copertura del credito deteriorato restano alti, con il coverage ratio del totale crediti non performing al 57,8% (dal 55,4% del 2021) mentre quello riferito alle sole posizioni classificate a sofferenza si colloca al 75,2% dal 73,9% dello scorso anno.

La nota specifica che il costo del rischio si attesta in area 30 punti base, non staccandosi dai valori consuntivati del semestre o del primo trimestre 2022, a conferma dell'alto standard degli attivi anche dovuti all'opera di derisking degli ultimi anni. Il Texas Ratio cala al 23,4% mentre la raccolta diretta da clientela raggiunge quota 38.215 milioni di euro, scendendo dai 39.304 milioni di euro (del 2,8%) nonostante una crescita su base trimestrale dell'1,4%. 
 
La raccolta indiretta si attesta a 37.398 milioni di euro, calando dell'8,7%, per la negativa dinamica dei mercati azionari, col risparmio amministrativo che arriva a 31.033 milioni di euro (quello gestitè scende a 6.365 milioni di euro, -6,3% su base annuale). La raccolta assicurativa ammonta a 1.946 milioni, crescendo di 1,9 punti percentuali dalla fine del 2021, con raccolta netta a 70 milioni.
Crescono i finanziamenti verso clientela, a 33.271 milioni (+7,1%) con indicatori di liquidità a ottimi livelli sia per il breve che per il medio periodo.

Mario Alberto Pedranzini, Consigliere delegato e Direttore generale di Banca Popolare di Sondrio (nella foto), ha commentato: "A poco più di un mese dalla presentazione del Piano industriale “Next Step”, condividiamo oggi con gli Azionisti e con la nostra comunità di stakeholder i buoni risultati del primo semestre 2022. Dopo la trasformazione in società per azioni avvenuta alla fine dello scorso anno, sono soddisfatto di poter commentare questa importante performance, in piena continuità con quanto fatto in 150 anni di attività come società cooperativa. Abbiamo registrato un utile netto pari a circa 105 milioni di euro grazie soprattutto alla forte crescita dell’attività bancaria caratteristica che supera il mezzo miliardo di euro, evidenziando una volta di più la nostra natura di ‘banca che fa banca’ in modo efficace ed efficiente. Lo scenario economico nel quale operiamo, seppur con le note complessità, rimane positivo e ciò si è riflesso anche nei contenuti livelli di costo del rischio di questa semestrale. Siamo consapevoli delle sfide che ci attendono, ma continueremo ad affiancare e a supportare i nostri clienti, forti della nostra posizione di capitale e del nostro ‘modo unico di fare banca’. Confermiamo il nostro impegno per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente, orientando coerentemente i nostri impieghi e gli investimenti mobiliari della clientela. Standard Ethics ha ulteriormente migliorato il nostro rating di sostenibilità di lungo periodo, portandolo da ‘EE’ a ‘EE+’. Infine, ma non meno importante, la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo ci ha premiati con il ‘Green Deal of the Year’, per il crescente impegno nel facilitare la transizione verso la green economy nei Paesi in via di sviluppo".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli