Brunello Cucinelli chiude un 2022 con risultati eccellenti: crescita del fatturato prevista del 28%

- di: Daniele Minuti
 
Il Consiglio di Amministrazione di Brunello Cucinelli ha commentato l'usuale aggiornamento di fine anno della casa di moda italiano, oltre ad approfondire il progetto “Le condizioni universali di lavoro per l’essere umano e la nostra idea di bella fabbrica”. E i risultati per il 2022 sono straordinari.

Brunello Cucinelli chiude un 2022 con risultati eccellenti

Volano le vendite nei mesi di ottobre e novembre, motivo per cui c'è ottimismo (anche alla luce dei grandi risultati registrati nei primi nove mesi dell'anno), con la stima per il fatturato che prevede una crescita di circa 28 punti percentuali.

Rilevante anche la raccolta ordini Primavera-Estate Uomo-Donna 2023, sia dal punto di vista quantitativo che da quello qualitativo. Questo permette di guardare al 2023 con grande fiducia, prevedendo una sana crescita di circa il 12% e il raggiungimento del simbolico target di fatturato del miliardo di euro.

Brunello Cucinelli si è anche tolta soddisfazioni per quanto riguarda i riconoscimenti, con il premio internazionale “Neiman Marcus Fashion Award for Distinguished Service in the field of Fashion” che sarà consegnato a marzo del 2023 in una cerimonia a Parigi e l'ottenimento della "Licenza contemporanea" decennale con EssilorLuxottica, rinnovamento di una collaborazione fra eccellenze italiane.

In più. si porta avanti il progetto legato al benessere dei lavoratori chiamato
 “Le condizioni universali di lavoro per l’essere umano e la nostra idea di bella fabbrica”, all’interno della vision aziendale legata al Capitalismo Umanistico e Umana Sostenibilità, declinata in ambientale, economica, culturale, spirituale e morale.

Brunello Cucinelli, Presidente Esecutivo e Direttore Creativo della Casa di Moda (nella foto),  ha commentato: "Molto abbiamo raccolto in questo 2022, anno del completo riequilibrio per la nostra Casa di Moda, grazie anche al serio, creativo e manifatturiero Bel Paese al quale ci onoriamo di appartenere, e al suo importante Stato sociale. Durante gli ultimi due anni di pandemia non abbiamo effettuato alcun licenziamento, cosa che certamente ci ha consentito di mantenere in piena efficienza le nostre strutture produttive e commerciali, e ci ha messo in condizione di soddisfare le richieste del mercato mondiale dove ci sembra che la domanda superi l’offerta. Tali sono le straordinarie condizioni che ci permettono di immaginare una splendida chiusura dell’anno con un aumento del fatturato intorno al +28%. In questo 2023, inizio di un “tempo nuovo per l’umanità”, si avvia l’undicesimo piano quinquennale 2023– 2027 della nostra Impresa e mettiamo sopra ogni cosa il grande tema del lavoro per mezzo di un progetto che definiamo: “Le condizioni universali di lavoro per l’essere umano e la nostra idea di bella fabbrica”. Proprio qualche giorno fa abbiamo avuto la meravigliosa notizia che ci è stato assegnato per l’anno 2023 il prestigioso riconoscimento «Neiman Marcus Fashion Award for Distinguished Service in the field of Fashion», la cui cerimonia di premiazione si svolgerà a Parigi durante la Fashion Week nel marzo del prossimo anno. Gli ordini in portafoglio per la Primavera – Estate 2023 sono molto consistenti sia in termini di quantità che di qualità e questo ci porta ad immaginare un prossimo anno 2023 molto, molto interessante, con una sana crescita intorno al 12% e un sano e giusto profitto, secondo la nostra cultura; di conseguenza è plausibile pensare di poter raggiungere un importantissimo traguardo, e cioè 1 miliardo di fatturato".

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli