Sostenibilità: Enel con Eni, CDP e Stellantis al vertice della classifica di Reputation Science

- di: Daniele Minuti
 
Reputation Science, società che opera nel campo dell'analisi e della gestione della reputazione aziendale, ha elaborato un indice denominato "ESG Perception Index" in modo da valutare la percezione che le singole imprese hanno sul web nel settore della sostenibilità.

Sono stati analizzati circa 1,2 milioni di contenuti legati a 200 fra le aziende più importanti che operano sul mercato italiano, tutti raccolti nel primo semestre dell'anno in corso e secondo i dati raccolti, i settori percepiti come più attivi su questo fronte sono quelli dell'energia, quello dell'automotive e quello della finanza, le cui imprese vanno a occupare una quota dell'85% delle prime 20 posizioni nel ranking. A seguirle c'è invece il settore della moda.

Ne ha parlato il Sole 24 Ore che spiega come ai vertici di questa classifica ci sia Enel, seguita sul podio da Eni e da Cassa Depositi e Prestiti. Al quarto posto c'è il Gruppo Stellantis, prima azienda del settore automotive ad apparire nel ranking, mentre la prima banca è Intesa Sanpaolo al nono posto.

Andrea Barchiesi, Ceo di Reputation Science, ha commentato proprio al Sole 24 Ore: "Abbiamo registrato una forte accelerazione delle aziende che ora si pongono l'obiettivo della sostenibilità come prmario, anche se nella maggior parte dei casi con uno sbilanciamento verso i temi ambientali, mentre la sostenibilità è un concetto che comprende molti più fattori, riassunti nell’acronimo inglese ESG: Environmental, Social, Governance. Il paradosso è che molte imprese di settori diversi hanno iniziato con investimenti per realizzare indici o bilanci di sostenibilità, con un gran numero di azioni anche eccessive e risultati non all'altezza delle somme spese, con molte di queste azioni che non provocano effetti sul mercato. Non basta agire ma queste attività vanno sapute raccontare, altrimenti l'effetto sul mercato è neutro. Vale però anche il consiglio inverso, avere un indice di percezione elevato che non corrisponde a un reale impegno è rischioso".

  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli