Istituto per il Credito Sportivo: crescita dell'attivo pari al 4,2% nel 2023

- di: Redazione
 

Il bilancio d'esercizio 2023 dell'Istituto per il Credito Sportivo certifica un percorso di crescita che prosegue anche nell'anno passato: l'utile netto è pari a 9,6 milioni di euro portando gli utili cumulati del Triennio di Piano Industriale a circa 53 milioni di euro in linea con gli obiettivi prefissati, mentre l'attivo sale del 4,2% su base annua, fino a 3,6 miliardi di euro con uno stock di crediti alla clientela per circa 2,2 miliardi di euro.

Istituto per il Credito Sportivo: crescita dell'attivo pari al 4,2% nel 2023

I crediti erogati crescono del 33%, fino alla quota di 477 milioni, con una salita del 36% delle erogazioni del settore sport (389 milioni di euro) e una del 23% per il settore cultura, con erogazioni per 89 milioni di euro (8% del peso sul totale dell'attivo della banca, a fronte dell'1% pre-Piano).

L’utile netto normalizzato si attesta a 11,2 milioni di euro, col Return on SREP Capital normalizzato intorno al 6,5%. Il margine di interesse è pari a 43,8 milioni di euro,(-9,3% a causa del maggiore costo della raccolta rappresentato in larga parte dall’incremento degli interessi passivi sulle aste TLTRO e sui pronti contro termine passivi, come conseguenza della politica restrittiva adottata dalla BCE nel corso dell’anno). Il margine di intermediazione si attesta a 53,8 milioni di euro, mentre i costi operativi si attestano a 36,1 milioni.

Con riferimento alle voci patrimoniali, il totale attivo risulta pari a circa 3,6 miliardi di euro in aumento rispetto al 2022 (+1,4%).
Nello specifico i
 crediti alla clientela sono pari a 2,2 miliardi (+4,2%), con i crediti verso banche si attestano a 131,8 milioni di euro (+140%). Il portafoglio titoli si attesta a 994,1 milioni di euro, (-5%),con le partecipazioni in titoli di capitale risultano pari a 121,2 milioni di euro.

La raccolta si attesta a circa 2,6 miliardi di euro, in leggero aumento rispetto al 2022(+0,8%). I debiti verso banche sono pari a circa 1,7 miliardi di euro (-8,4%), quelli verso clientela risultano pari a circa 591 milioni di euro (+43%) mentre i titoli in circolazione sono pari a circa 300 milioni di euro.

Il patrimonio netto continua ad essere su livelli elevati attestandosi a circa 919,7 milioni di euro, in aumento rispetto al valore di fine 2022 (+3,9%) sostanzialmente in virtù del minore impatto della riserva di valutazione negativa delle attività finanziarie valutate al fair value e della variazione in aumento della voce delle riserve per via del passaggio in giudicato di una sentenza definitiva favorevole all’Istituto.

Beniamino Quintieri, Presidente di ICS (nella foto), ha commentato: "La buona performance del 2023 riflette l’impegno costante dell’Istituto per il Credito Sportivo nel sostenere e promuovere lo sviluppo infrastrutturale dello Sport e della Cultura in Italia. Grazie agli sforzi congiunti di tutti i nostri collaboratori e partner, abbiamo raggiunto un nuovo record di impieghi, testimoniando il forte impatto sociale dei nostri investimenti con un SROI di portafoglio che ora raggiunge il 3,2x. Questo risultato non solo ci rende orgogliosi, ma riafferma la nostra missione ad agire come un vero e proprio catalizzatore di crescita sostenibile, supportando iniziative che generano valore duraturo per l’intera collettività. Continueremo a lavorare con dedizione per favorire lo sviluppo della pratica sportiva e per la conservazione e sviluppo del patrimonio culturale, contribuendo significativamente al benessere delle comunità locali e all’economia nazionale". 

Il Direttore Generale, Lodovico Mazzolin, ha aggiunto: "I risultati del 2023 dimostrano la resilienza e l’efficacia della nostra strategia che ha saputo produrre una rilevante crescita di impieghi in un contesto avverso con l’aumento dei tassi di interesse e la flessione della domanda di credito. Centriamo gli obiettivi economico finanziari del Piano Triennale 20-23 nonostante un contesto macroeconomico difficile. La nostra visione strategica e la capacità di adattamento, che si focalizzano sul raggiungimento di un equilibrio tra profitto e impatto sociale, ci hanno permesso di aumentare le erogazioni di credito nel settore sportivo e culturale, confermando l’efficacia del nostro approccio alla finanza di impatto. ICS è pronto a raccogliere le nuove sfide del post trasformazione in SpA".

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli